Tutti i consigli pratici per un Prato perfetto

consigli prato verde

Chi di voi non vorrebbe un lussureggiante prato verde in stile campo da golf? Ecco alcuni consigli per ottenere un tappeto erboso soffice, verde e sano. Un prato verde ha bisogno di cure, un prato privo della necessità di manutenzione non è stato ancora inventato… in realtà, le irrigazioni possono essere programmate con pochi spiccioli mentre i più facoltosi possono impiegare tosaerba robotizzati per il taglio del prato.

Nel darvi i nostri consigli per avere un buon prato verde, ci rifacciamo all’esperienza del professionista di settore Tom Brooks, sovrintendente della prestigiosa Carson Valley Golf Course, a Gardnerville (già il nome “gardner – ville” dovrebbe farvi riflettere dato che in inglese, il termine gardner, significa proprio giardiniere!).

consigli per avere un prato verde iniziano dalla falciatura che deve essere frequente e avvenire con lame ben affilate. E’ necessario operare il taglio con tosaerba dalle lame sempre affilatissime, il taglio deve essere netto altrimenti il prato perderà il suo bel colorito verde tendendo a imbrunire. Così, la prima cosa da fare per avere un prato verde consiste nell’acquistare un buon tagliaerba. Per capire come scegliere il tagliaerba adatto al vostro tipo di prato, leggete questo articolo. Importante: il prato non deve mai essere falciato quando è bagnato!

Non vi affannate a raccogliere i ritagli d’erba, con l’impiego di un tagliaerba di tipo mulching, si andranno a sminuzza finemente gli steli d’erba che potranno essere lasciati sullo stesso prato: essendo molto piccoli si degraderanno velocemente trasformandosi in humus, ottimo nutrimento per il prato. I residui d’erba molto piccoli sono più sensibili all’azione di vari microrganismi così da trasformarsi in un fertilizzante naturale pronto all’uso.

L’esperto di settore Pete Landschoot -professore di scienze agrarie presso la Penn State University, ed esperto in tecniche per l’allestimento di ottimi tappeti erbosi-, consiglia di non effettuare un taglio troppo corto. Quando il prato viene tagliato troppo basso, l’erba tende a crescere più velocemente e ha un maggior bisogno d’acqua così il giardiniere è costretto ad aumentare i suoi sforzi.

L’altezza ideale del prato dovrà essere scelta in base alla varietà di “erbetta” coltivata: di solito, il tappeto erboso costituito dalla specie del genere Lolium o Festuca, viene tenuto con un’altezza pari a 3,5 cm, mentre, per le erbe più fine quali Agrostis e Poa, l’altezza di taglio + di 1,5 massimo 3 cm.

Tutti gli altri consigli per curare il prato sono disponibili in questo articolo.

Pubblicato da Anna De Simone il 3 dicembre 2013