Piante invernali da giardino

Piante invernali

Per piante invernali intendiamo quelle che risaltano nella stagione fredda, non che resistono alle temperature rigide. Chi l’ha detto che il giardino è bello soltanto in primavera? In realtà anche l’inverno può essere lo scenario di belle fioriture e colori da incorniciare. Anzi, questa è la stagione giusta per apprezzare fino in fondo ciò che in estate passa in secondo piano.

Le sfumature delle cortecce, i colori del fogliame nelle conifere e nelle latifoglie sempreverdi, il portamento naturale degli alberi spogli, le bacche, le siepi regolate e gli arbusti che fanno Natale: nel colpo d’occhio che ci regalano le piante invernali ci sono meraviglie su cui vale la pena spendere qualche riga. E allora facciamolo.

Regina delle pianti invernali è l’agrifoglio (Ilex aquifolium), che con le sue bacche rosse sul verde scuro delle foglie ci ricorda il Natale. L’idea comune che abbiamo dell’agrifoglio (che non è il pungitopo, Ruscus aculeatus) è legata alle foglie pungenti, ma non è del tutto corretta.

Di agrifoglio ne esistono oltre 400 specie tra arbusti e alberi, alcuni con foglia caduca, che in gran parte derivano dall’Ilex aquifolium. E di quest’ultimo esiste anche una varietà non spinosa, l’Ilex aquifolium J. C. Van Toll, se le spine sono un problema. Anche il rosso delle bacche non è un scontato: esiste un agrifoglio con le bacche gialle, il Bacciflava, altri con le bacche arancione e altri ancora con le foglie striate di bianco o di giallo.

Non sono poche le piante che fioriscono in inverno e le piante che resistono al freddo (si pensi ai viburni che fioriscono anche con la neve), ma parlando di piante invernali da giardino merita una citazione il Prunus subhirtella autumnalis, un albero giapponese rustico che fiorisce di fiori bianco-rosati all’inizio dell’inverno.

Se ci riferiamo alle cortecce, una delle più appariscenti tra le piante invernali è quella del Prunus serrula, lucida e scarlatta. Particolare è l’Acer griseum, caratterizzato dalla corteccia che si sfoglia nella stagione invernale. Ma ci sono anche le betulle, gli aceri, i salici e i Cornus tra gli arbusti, quest’ultimo tra gli arbusti, a risarcire gli occhi per quando le foglie saranno ormai tutte cadute.

Pubblicato da Michele Ciceri il 7 settembre 2015