Piante che attirano gli insetti utili nell’orto

piante che attirano gli insetti utili

Per difendere le piante dall’attacco dei parassiti possiamo sfruttare l’azione degli insetti antagonisti dei parassiti. Non a caso alcuni dei migliori alleati che abbiamo nella lotta ai parassiti delle piante dell’orto e/o del giardino non ce li fornisce una fabbrica di veleni chimici ma la natura stessa; in questo caso si tratta di insetti. A tal proposito vediamo alcuni esempi di specie spontanee e ornamentali che attirano gli insetti utili nell’orto.


Piante che attirano gli insetti utili nell’orto
Calendula
La Calendula si trova facilmente nei prati incolti e lungo le strade. La sua coltivazione non richiede cure colturali particolari; basta metterla in pieno sole e mantenere sempre umido il tereno, avendo cura di evitare i ristagni idrici. Va concimata ogni 2 settimane con fertilizzante ricco di fosforo e potassio. La sua presenza attira i sirfidi.

Tagetes
Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, comprende diverse piante; la specie più famosa è T. erecta, una pianta annuale e rustica che si coltiva in vaso anche se cresce benissimo anche all’aperto. In genere le specie di Tagetes sono annuali e vanno quindi messe a dimora da marzo ad aprile fino ai primi freddi. Vanno posizionate in pieno sole e annaffiate regolarmente. Vanno concimati ogni 15 giorni con un normale fertilizzante liquido. Anche le piante di tacete attraggono i sirfidi.

Fiordaliso
Pianta annuale originaria dell’Europa, si trova facilmente in prati e terreni incolti e lungo i bordi delle strade; il suo tipico fiore è di un bel colore blu. La sua coltiazione è semplicissima, basta assicurargli un’esposizione in pieno sole. La sua presenza attira i sirfidi e le coccinelle.

Ortica
Molto impiegata in cucina, l’ortica si rivela utile nell’orto dato che attira le coccinelle: qui trovano riparo e nutrimento

Morella comune
Altra pianta spontanea che appartiene alla vasta famiglia delle Solanaceae, stessa famiglia dei pomodori, patate, melanzane. Nota fin dall’antichità la morella comune si trova facilmente nei campi incolti, nei vigneti e soprattutto negli orti. Alta fino a 80 cm presenta un fusto molto ramificato, foglie lanceolate o ovate lunghe fino a 8 cm; i fiori sono bianchi e formano delle bacche ovoidali, prima verdi e poi nero lucido, che contengono molti semi. La sua presenza attira le coccinelle e i miridi.

C’è un altro modo interessante e del tutto naturale per tenere alla larga i parassiti dalle proprie colture, siano esse da orto o da giardino, ed è quello di coltivare piante che svolgono un’azione repellente nei confronti dei principali fitofagi.

Ti potrebbe interessare anche

Piante annuale: elenco e nomi

Pubblicato da Anna De Simone il 6 gennaio 2015