Serramenti isolanti, guida alla scelta

serramenti isolanti

Nella scelta dei serramenti per la propria abitazione, è bene scegliere un prodotto di qualità soprattutto ai fini di un buon isolamento termico; tale scelta inoltre ci consente di usufruire alle detrazioni fiscali del 65%. Da non sottovalutare anche l’aspetto dell’isolamento acustico, elemento fondamentale per assicurare l’adeguato confort dell’ambiente domestico. L’offerta commerciale è tale da poter soddisfare qualsiasi esigenza nella scelta di materiali, finiture e modelli.


Serramenti isolanti in legno e alluminio
I serramenti misti legno alluminio sono molto apprezzati: sono eleganti all’interno grazie al rivestimento in legno e resistenti agli agenti atmosferici all’esterno grazie al rivestimento in alluminio.

Serramenti isolanti, vetri basso emissivi
I vetri basso emissivi con una camera riempita di gas Argon, sono ricoperti da una pellicola che ne migliora le prestazioni termiche senza limitarne la capacità di trasmissione della luce.
Per migliorare ulteriormente le prestazioni di questo tipo di vetri viene impiegata la canalina warm edge in acciaio inossidabile e polipropilene, anziché in alluminio, che abbassa ulteriormente il valore della trasmittanza termica e quindi il potere isolante dell’infisso. A ciò si aggiunge anche la riduzione della formazione di condensa lungo i bordi e, quindi, di muffe ed alterazioni del colore.

Serramenti isolanti, vetri selettivi
Per aumentare le prestazioni termiche nella stagione calda, si può optare per la scelta di un vetro selettivo, che abbina ai vantaggi di quello basso emissivo, un ridotto fattore solare: crea una barriera all’ingresso del calore dall’esterno, ma mantiene una trasmissione della luce pari al 71%.

Requisiti serramenti per detrazioni fiscali
Detrazione 65% per serramenti: requisiti dei serramenti
Per accedere alla detrazione fiscale è importante il rispetto di un determinato valore limite di trasmittanza termica del serramento. La trasmittanza termica indica la quantità di calore che nell’unità di tempo attraversa un elemento con superficie di 1mq in presenza di una differenza di temperatura di 1°C tra l’interno e l’esterno. Da ciò si evince che un valore basso di trasmittanza corrisponde a poco calore trasmesso, pertanto un serramento è tanto più performante quanto più sarà basso il suo valore di trasmittanza.
E’ inoltre importante che i serramenti da sostituire delimitino il volume riscaldato e quindi siano rivolti verso l’ambiente esterno o verso locali non riscaldati. Pertanto non si ha diritto alla detrazione del 65% per serramenti presenti in locali senza impianto di riscaldamento, come lo possono essere gli scantinati o i vani scala condominiali.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 gennaio 2015