Pianta ceci: come e quando si coltiva

Pianta ceci

Pianta ceci, di cui ci servono i semi, quelli che mangiamo e che ad oggi costituiscono un importante ingrediente in una dieta sana. Soprattutto chi segue un regime vegetariano o vegano deve molto ai ceci perché fonte di proteine (15-25%) di qualità alimentare tra le migliori entro le leguminose da granella.  La pianta ceci è annuale, ha una radice ramificata e piuttosto profonda, può anche raggiungere la quota -120 cm, per questo risulta particolarmente resistente anche in condizioni di aridità.



Pianta ceci: varietà

I semi dei ceci hanno differenti caratteristiche di volta in volta a seconda del tipo di pianta ceci ma in generale sono tutti rotondeggianti. Possono essere però lisci in certi tipi, oppure rugosi, angolosi e “a testa di ariete”. Anche i colori possono cambiare di pianta in pianta, il più comune è il giallo, ma ci sono alcune varietà che producono ceci rossi o color marrone.

Dal punto di vista della commerciabilità dei semi, sono importanti le dimensioni. Ci sono pianta ceci che ne producono di grossi, altri di piccoli. I primi sono quelli maggiormente richiesti in zone come Italia, Spagna e Nord-Africa mentre in Medio Oriente, Iran, India i più richiesti sono i ceci perché utilizzati per preparare alimenti che ne prevedono la sfarinatura.

Pianta ceci

Quando si piantano i ceci

Per capire quando seminare la pianta ceci è necessario sapere che è in grado di resistere al freddo molto meno della fava. Il periodo migliore quindi è la fine dell’inverno, per raccogliere poi i semi in luglio-agosto. Questo vale per climi come i nostri, mentre dove l’inverno è mite, si può seminare anche in autunno.

Di solito la pianta ceci incomincia a fiorire a partire dai nodi bassi e poi prosegue per alcune settimane, si adatta come anticipato, anche al clima caldo-arido ma non sopporta l’umidità eccessiva.

Pianta ceci: come si coltiva

Se abbiamo intenzione di coltivare una pianta ceci, iniziamo a capire se abbiamo il terreno adatto per farlo. Non serve che sia molto fertile, meglio addirittura evitare quelli argillosi e di cattiva struttura perché si rischia che si formino ristagni d’acqua. Il terreno dove far crescere queste piante deve preferibilmente essere leggero e profondo, in modo che le radici possano affondarvi.

In Italia sta diminuendo la superficie a cece, quella rimasta è situata soprattutto al Sud. La pianta ceci non esiste allo stato selvatico, ma solo coltivato, le sue origini sono asiatiche, è diffusa soprattutto in India e in Africa dove addirittura gli antichi Egizi la coltivavano. Nel mondo, il cece risulta essere la terza leguminosa da granella più importante, dopo il fagiolo e il pisello.

Pianta ceci

Pianta ceci: semina

Si può acquistare una pianta ceci da far crescere oppure partire da zero. Non è facilissimo partire dal seme, ma neanche impossibile. Su Amazon possiamo trovare una confezione da 100 grammi di ceci da semina a pochi euro per verificare se il nostro pollice verde è davvero verde.

In questo caso la varietà che otterremmo è medio-precoce, la pianta sarebbe quindi circa mezzo metro di altezza.

Pianta ceci

Pianta ceci e fasi lunari

Le fasi lunari influiscono in parte sulla coltivazione della pianta ceci che in generale se la cava da sola. Non richiede cure colturali particolari, solo ogni tanto la rincalzatura oppure, se necessario, un trattamento contro la rabbia o contro gli insetti. Per approfondire, però, il carattere lunatico di questa pianta, vi consiglio di leggere Luna e semina.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 giugno 2017