Piano di cottura a induzione bruciato

Piano di cottura a induzione bruciato

Piano di cottura a induzione bruciato, come pulirlo. Trucchi e consigli per eliminare bruciature e aloni dal piano di cottura a induzione o dalla vetroceramica.


Prima dell’acquisto, ti avranno descritto la tecnologia a induzione come innovativa e soprattutto con una superficie facile da pulire. In effetti il piano di cottura a induzione si pulisce facilmente ma solo in un mondo ideale dove dalle pentole non fuoriescono fluidi e dove non esistono dimenticanze!

E’ vero che una superficie liscia si pulisce più facilmente ma è altrettanto vero che, quando da una pentola fuoriesce del sugo, questo può fluire fino alla zona a contatto con il metallo della pentola e creare una bruciatura.

Un altro caso meno frequente ma più dolente, consiste nelle dimenticanze: se dimentichi una pentola vuota sul piano di cottura a induzione, il fondo metallico potrebbe creare una macchia quasi impossibile da eliminare.

Insomma, con questa premessa voglio dirvi che ogni bruciatura è una storia a se, che non tutti gli aloni si possono rimuovere ma che in ogni caso puoi adoperarti per migliorare la situazione.

Prima di tutto, ti invito a leggere l’articolo guida: piano di cottura a induzione, come si pulisce. Troverai tanti consigli e trucchi per mantenere il piano in vetroceramica pulito.

Piano di cottura a induzione bruciato

Il cibo bruciato attaccato su un piano di cottura a induzione non è difficile da eliminare. In genere si consiglia di pulire il piano a induzione quando è completamente freddo. In questo caso, invece, è proprio il calore che può aiutarci. Prosegui con la pulizia del piano a induzione bruciato quando è ancora tiepido e, in un primo momento, usa acqua calda senza alcun solvente.

Se il cibo bruciato attacato sul piano a induzione non dovesse staccarsi con l’ausilio dell’acqua bollente e dell’olio di gomito, è il caso di usare un raschietto.

Attenzione!
E’ sempre bene precisare che devi usare una spugna NON abrasiva e compatibile con i piani in vetroceramica. Usa spugne morbide anche quando sei disperata e pensi di non riuscire a eliminare quel dannato cibo bruciato.

Piano a induzione bruciato e incrostato

Solo quando il tuo piano di cottura a induzione ti sembrerà senza speranza puoi provare a rimuovere le incrostazioni con un raschietto.

Un raschietto per pulire il piano di cottura a induzione bruciato, spesso, viene dato in dotazione nella confezione d’acquisto della cucina. Se hai smarrito il tuo raschietto, assicurati di comprarne uno adatto così come quello che segue.

Raschietto per la pulizia del piano a induzione. Questo raschietto è proposto su Amazon al prezzo di 11,25 euro con spese di spedizione gratuite. Utilizzalo facendo movimenti delicati e senza forzare troppo la mano!

A prescindere dal raschietto che decidi di comprare, assicurati che sia abbastanza delicato e soprattutto evita di improvvisare con coltelli o stecche.

In alcuni blog consigliano di rimuovere il cibo bruciato con coltelli da burro, lame da rasoio o altri tipi di spatola: non farlo! Usare un coltello o una stecca per eliminare il cibo incrostato rischierà di restituirti un piano di cottura a induzione graffiato.

Evita di usare prodotti aggressivi, “detergenti schioglimacchia” o spray da forno: questi materiali possono causare la comparsa di aloni sul tuo piano in vetroceramica. Anzi, quando pulisci, ricorda di rimuovere qualsiasi piccolo residuo di detergente, anche quello più delicato, così da non farlo depositare.

Dopo questa esperienza lo avrai sicuramente capito da sola, tuttavia voglio ribadirlo: cerca di pulire il piano di cottura a induzione prima possibile, quindi prima che lo sporco possa incrostarsi e addirittura bruciare sulla piastra.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 12 maggio 2017