Pepe rosa, pianta e info

pepe rosa pianta

Pepe rosa, pianta e consigli alla coltivazione. Tutte le informazioni sulla pianta del falso pepe e i suoi usi in erboristeria.

Falso pepe e pepe vero

Il pepe è prodotto a partire dalla pianta Piper nigrum, della famiglia delle Piperacee. La pianta del pepe, Piper nigrum è coltivata per i suoi frutti che vengono poi fatti essiccare per essere usati come spezie.

Lo stesso frutto raccolto dalla pianta di Piper nigrum, attraverso procedimenti di lavorazione diversi, è utilizzato per produrre:

  • pepe bianco
  • pepe nero
  • pepe verde

Il pepe rosa pepe rosso sono ricavati dalla pianta del falso pepe, botanicamente nota come Schinus molle.

Le bacche del falso pepe, a maturazione sono rosse, per questo il prodotto è noto come pepe rosso. Durante l’essiccazione, il colore tende a sbiadirsi così si parla di pepe rosa.

Pepe rosa, pianta del falso pepe

Il pepe rosa si produce a partire dalla pianta Schinus molle della famiglia delle Anacardiaceae. In sostanza, la pianta del falso pepe è botanicamente più vicina alle piante di pistacchio e mango, piuttosto che a quella del pepe vero. Con la pianta del pepe vero, il falso pepe non condivide neanche la stessa famiglia.

Le bacche rosse del falso pepe giungono a maturazione nel mese di agosto. La pianta del falso pepe per le sue foglie e le sue bacche colorate si può coltivare anche a scopo ornamentale.

L’albero del falso pepe, infatti, è un sempreverde dall’aspetto molto gradevole, originario dell’America latina.

In natura può superare facilmente gli 8 – 10 metri di altezza e per le sue caratteristiche è apprezzata anche la coltivazione come bonsai.

Presenta foglie imparipennate, lunghe fino a 25 cm. Nella sua forma a bonsai le foglie hanno dimensioni molto variabili in base alla quantità di defogliazioni effettuate.  Le foglie sono composte da piccole foglioline lanceolate portate su rami flessuosi che tendono a ricadere verso il basso.

Pepe rosa, come coltivare il falso pepe

Le cure descritte si possono applicare anche al bonsai di falso pepe. Le esigenze sono analoghe, il bonsai di falso pepe, però richiede cure extra.

La specie Schinus molle (falso pepe) può essere coltivata in giardino solo nell’Italia centro-meridionale. La pianta, essendo originaria di paesi come Brasile e Perù soffre molto il freddo e corre rischi in grado di gelate prolungate.

Va tenuto in una posizione esposta al sole e riparata dal vento. In giardino, dovete mettere a dimora la pianta di pepe rosa in una zona dove ha molto spazio a disposizione: la chioma cresce in larghezza e si sviluppa molto. Anche l’apparato radicale necessita di spazio perché si sviluppa sia in larghezza che in profondità.

In giardino, si adatta anche ai terreni poveri purché ben drenanti. Necessita di irrigazioni frequenti, soprattutto nei primi anni dalla messa a dimora. Solo una pianta matura può resistere a periodi prolungati di siccità. In condizioni ottimali, con il clima mediterraneo la pianta di falso pepe può raggiungere un’altezza di 5 – 7 metri.

La coltivazione del falso pepe si attua per la produzione dei frutti eduli (le bacche note come pepe rosa) ma soprattutto per scopo ornamentale: foglie e fiori. La pianta è fioritura estiva, i fiori sono piccoli e di colore bianco-giallastro.

Pepe rosa, proprietà

Le bacche di pepe rosa sono ricche di oli essenziali dalle proprietà antibatteriche, antimicotiche, stimolanti e digestive. Per le sue proprietà, il pepe rosa è usato molto in erboristeria dove trova diverse applicazioni.

I grappoli prodotti dalla pianta del falso pepe si possono far essiccare e usare i grani colorati per aromatizzare molte ricette. Il profumo del pepe rosa è simile a quello del pepe nero e in cucina ha impieghi analoghi.

Della pianta di falso pepe non si getta via nulla: il legno è usato per il suo pregio estetico, per la sua durezza o per l’estrazione di una resina da usare come mastice.

Potrebbe interessare: olio essenziale di pepe nero

Pubblicato da Anna De Simone il 2 settembre 2017