Pasta modellabile fai da te

pasta modellabile fai da te

Pasta modellabile fai da te: pasta modellabile fatta in casa con bicarbonato o altri ingredienti facili da reperire. Pasta modellabile senza cottura tipo fimo, das o didò, perfetta per fare lavoretti con il proprio bambino.

Dalla ricetta classica alle varianti che includono colori e aromi. Ecco tutte le istruzioni su come fare la pasta modellabile in casa.

La pasta modellabile fatta in casa presenta un gran numero di vantaggi, per primi quelli di tipo quantitativo: è vero che il didò non costa molto, ma è anche vero che nella confezione vi sono dei piccoli cilindri colorati, in più con le vostre ricette avete la possibilità di scegliere gli ingredienti che restituiscono la consistenza che più vi piace. In questa pagina vedremo diverse ricette per fare la plastilina in casa.

Pasta modellabile fai da te con colla vinilica

Pasta modellabile senza cottura: la ricetta è velocissima e la pasta modellabile ottenuta è molto lisca.

Ingredienti:

  • 1 tazza di colla vinilica
  • 2 tazze di amido di mais

Mescolate gli ingredienti in una ciotola fino a ottenere un composto pastoso e malleabile. Ecco ottenuta la vostra pasta modellabile senza cottura!

Pasta modellabile fai da te con bicarbonato

Otterrete una pasta bianchissima e molto morbida. I lavoretti ottenuti con la pasta modellabile al bicarbonato vanno fatti seccare all’aria per poi essere dipinti con i colori che preferite.

Anche questa volta gli ingredienti sono facili da reperire:

  • 200 g di bicarbonato di sodio
  • 100 g di amido di mais
  • 150 ml di acqua

Mescolate tutti gli ingredienti in una pentola (meglio se antiaderente). Si tratta di ingredienti sicuri e da cucina quindi potete usare le pentole che in genere impiegate per cucinare gli alimenti.

Fate cuocere a fuoco basso e mescolate fin quando tutti gli ingredienti non si saranno perfettamente amalgamati. La ricetta sarà terminata quando l’impasto risulterà malleabile e denso.

Coprite la pentola con un panno umido e fate intiepidire. Lavorate ancora un po’ l’impasto fino a ottenere un composto liscio, morbido modellabile e non appiccicoso.

Pasta modellabile fai da te con camomilla

Non fatevi illusioni, non basterà l’aroma della camomilla per calmare i vostri bambini alla prese con questa pasta modellabile fatta in casa!

L’aggiunta della camomilla nasce per “profumare” l’impasto. Gli ingredienti:

  • 3 bustine di camomilla
  • 350 g di amido di mais
  • 250 g di farina
  • una tazza d’acqua

Preparate un infuso di camomilla.

In una ciotola, aggiungete l’amido di mais e mescolate in modo molto energetico aggiungendo a poco a poco l’infuso di camomilla e anche il contenuto di una bustina di camomilla ormai bagnata. Aggiungete la farina gradualmente fino a ottenere la consistenza e la pastosità desiderata. Eventualmente, se avete aggiunto troppa farina, correggete con qualche altra goccia d’acqua.

Con lo stesso sistema è possibile realizzare una pasta modellabile al profumo di lavanda.

Pasta modellabile profumata fatta in casa

Tra le ricette della pasta modellabile fatta in casa, nel web, spopolano quelle al profumo di generi alimentari. Vale a dire pasta modellabile al cioccolato, a vaniglia, alla banana, alla fragola… In realtà non è molto saggio aggiungere aromi alimentari nella pasta modellabile se questa è destinata all’uso ricreativo di bambini. I bambini hanno l’innata tendenza a mettere qualsiasi cosa in bocca: è normale! Sono curiosi, hanno voglia di scoprire e il senso del gusto per loro è un mezzo di conoscenza. Evitate di aggiungere profumi di generi alimentari alle paste modellabili destinate ai lavoretti dei bambini.

Per profumare le paste modellabili potete impiegare oli essenziali mentre per colorarle potete usare tinture naturali o coloranti alimentari. Se i vostri figli vogliono realizzare dei finti dolci, vi basterà colorare le paste modellabili con le tonalità giuste senza l’eccesso dell’aggiunta di aromi alimentari quali cacao, fragola, banana… Tra gli oli essenziali per profumare la pasta modellabile fai da te, vi consigliamo l’impiego di quelli con note floreali come l’olio essenziale di rosa.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 22 marzo 2016