Pasta fresca colorata fatta in casa

pasta fresca colorata fatta in casa

Pasta fresca colorata fatta in casa: la ricetta della pasta colorata fatta in casa con o senza uova. Rosso, nero, fucsia, giallo, verde… ecco come ottenere la pasta colorata fatta in casa.

Niente coloranti artificiali!
Per ottenere la pasta fresca fatta in casa di tonalità diverse dal classico giallo paglierino, potete usare alcuni alimenti dalla particolare pigmentazione. Certo, chi preferisce può usare i coloranti alimentari ma questi vanno a discapito della genuinità dell’alimento e anche del sapore!

Le ricette che seguono vi spiegheranno come colorare la pasta fresca fatta in casa con o senza uova, infatti i dosaggi del colorante naturale fanno riferimento a una quantità standard di farina (circa 600 grammi). In genere occorrono 10 grammi di verdure per colorare 100 grammi di farina ma molto dipende dal vegetale che usiamo per colorare la pasta. Per la ricetta della pasta fresca vi invitiamo a leggere la nostra guida Come fare la pasta in casaalla ricetta di base vanno aggiunti questi ingredienti per ottenere i diversi colori.

  • Pasta fresca colorata di verde, si ottiene con spinaci, borragine o ortica.
  • Pasta fresca colorata gialla, si ottiene con lo zafferano.
  • Pasta fresca colorata rossa, si ottiene con il concentrato di pomodoro.
  • Pasta fresca colorata arancione si ottiene con le carote o la zucca.
  • Pasta fresca colorata viola o fucsia, si ottiene con le barbabietole.
  • Pasta fresca colorata nera, si ottiene con il nero di seppia.
  • Pasta fresca colorata marrone, si ottiene con il cacao amaro in polvere.

Pasta fresca colorata verde

E’ un grande classico. Il colore verde si può ottenere con il prezzemolo o il basilico ma in questo caso la pasta ottenuta sarebbe eccessivamente aromatizzata. Per colorare la pasta fresca fatta in casa di verde avrete bisogno di spinaci o ortiche. Anche la borragine ha un sapore molto forte che va a condizionare il gusto.

Le dosi per 600 grammi di farina ammontano a circa 60 grammi di spinaci o ortiche che vanno lessati in acqua leggermente salata e poi passati nel mini-pimmer (tritatutto, passaverdure o frullatore). Una volta ridotte in poltiglia, le verdure possono essere aggiunte all’impasto

Pasta fresca colorata rossa

Niente di più facile, per ottenere della pasta colorata di rosso vi basterà sfruttare del concentrato di pomodoro. Per fare la pasta rossa in casa vi serviranno 600 grammi di farina, acqua e 4 cucchiai di concentrato di pomodoro. Se usate la semplice passata di pomodoro vi serviranno almeno due cucchiai in più per ottenere un bel rosso. Anche in questo caso, il concentrato di pomodoro va aggiunto direttamente all’impasto.

Pasta fresca colorata gialla

Vi basterà aggiungere mezza bustina di zafferano per ogni 100 grammi di farina usata. Per colorare 600 grammi di farina vi serviranno tre bustine di zafferano.

Pasta fresca colorata arancione

La pasta arancione avrà un sapore più dolce perché l’impasto si farà condizionare molto dai vegetali usati. Se usate la zucca per colorare la pasta, più che di pasta colorata si può parlare di pasta alla zucca: ci vogliono 100 grammi di purea di zucca per colorare 100 grammi di farina e se intendete preparare la pasta fresca all’uovo, dovete cambiare i vostri piani e ridurre la quantità di uova impiegate.

Il discorso non cambia molto se intendete colorare la pasta fresca con le carote: 50 grammi di carote vi basteranno per colorare 100 grammi di farina.

Cuocete a parte le carote o la zucca finché non saranno ben morbide (l’ideale sarebbe cuocerle a vapore). Riducete in purea la polpa di zucca (o le carote) e poi aggiungetele agli ingredienti della pasta, disposti a fontana.

Pasta colorata fucsia, rosa o viola

La barbabietola vi può restituire un impasto per la pasta in diverse tonalità di colore. Vi basterà un pezzetto di barbabietola lessato e passato al mixer per colorare mezzo chilo di farina.

Pasta colorata nera

Il nero di seppia si compra al supermercato in bustine. Se usate le bustine potete seguire i dosaggi indicati in etichetta mentre se usate le vesciche rigonfie di liquido nero estratto direttamente dall’animale, tutto dipende dalla grandezza della vescica. Per Non rischiare di esagerare, diluite il contenuto della vescica (nero di seppia) con un paio di cucchiai d’acqua e aggiungete gradualmente all’impasto così da monitorare il cambiamento di colore.

Pasta fresca colorata marrone

Vi basterà aggiungere un cucchiaino da caffè raso per ogni 150 grammi di farina. Anche questo ingrediente condiziona il sapore della pasta fresca ottenuta ma il risultato diventa particolarmente indicato con i condimenti di carne.

Ravioli colorati fatti in casa

Le stesse modalità descritte in precedenza possono essere usate per preparare la ricetta dei ravioli colorati; magari potete farcirli con della ricotta fresca fatta in casa e differenziare il colore in base al ripieno. Il verde è perfetto per i ravioli agli spinaci, il rosso può colorare i ravioli di carne mentre il fucsia quelli a base di verdure.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra lecerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 14 agosto 2016