Come si prepara la malta

malta fai da te

Come si prepara la malta: dosi malta cementizia e istruzioni su come si prepara. Come si fa l’impasto della malta a mano e come si usa una betoniera.

La malta si può preparare in diversi modi in proporzione alla quantità desiderata. Potete preparare la malta:

  • – a mano, con paiolo e cazzuola
  • – a mano, con il miscelatore
  • – con la betoniera
  • – con l’autobetoniera

In questa pagina vedremo come si prepara la malta a mano, con il miscelatore o con la betoniera. La betoniera è impiegata quando serve una quantità abbondante di malta. Questo apparecchio riesce a legare gli inerti più velocemente con un minimo impegno fisico: l’operatore dovrà semplicemente caricare le dosi di sabbia o ghiaietto, acqua e cemento.

Malta cementizia fai da te
Come preprare la malta a mano o con miscelatore

Proporzioni da rispettare: 2 parti di sabbia per ogni parte di cemento.

Aggiungete la sabbia nel paiolo e versate il cemento in proporzione 2:1. Anche se queste sono le proporzioni generalmente consigliate da qualsiasi muratore, è opportuno leggere le istruzioni sul retro della confezione d’acquisto.

1). In prima battuta, mescolate bene la sabbia con il cemento, senza l’aggiunta di acqua.

2). Aggiungete una quantità d’acqua opportuna per ottenere un impasto morbido ma denso. Mescolate accuratamente questi tre ingredienti.

3). Aggiungete l’additivo nelle quantità indicate sul retro della confezione e mescolate accuratamente.

Se il vostro intento è quello di preparare la malta per riparare un muro ormai decadente, vi consiglio di leggere la guida come recuperare un muro esterno.

Per piccole quantità potete mescolare energicamente con la cazzuola, in alternativa usate un miscelatore elettrico. Per miscelare i componenti di un impasto potete usare il trapano attaccato a un’asta con frusta.

Per prodotti di consistenza fluida o semi densa (quindi se intendete preparare una malta con sabbia fine e cemento, colori, materiali resinosi, composti adesivi…) potete prendere un miscelatore da 70 mm, mentre per miscele dalla consistenza densa (prodotti epossidici, malta con sabbia di fiume…) è necessario un miscelatore da 100 mm, per prodotti più consistenti (bituminosi, malta grossolana) è meglio una dotazione di fruste con un agitatore da 140 mm. Link utili per farvi un’idea dei prezzi:

  • la frusta Skil D70 (70mm) costa 9,95 euro su Amazon con spedizione gratuita. Link: Skil D70.
  • la frusta Wolfcraft (100 mm) costa 17,29 euro su Amazon con spedizione gratuita. Link: Wolfcraft.
  • la frusta Skil D140 (140 mm) costa 29,95 euro su Amazon con spedizione gratuita. Link: Skil D140.

I prodotti appena segnalati sono dotati di attacco standard per il trapano, funzionano anche con l’avvitatore a patto che questo abbia una potenza di almeno 800 Watt. Il miscelatore a frutta si usa per impastare tutti i prodotti dalla consistenza fluida o densa. Restituisce una malta ben amalgamata, priva di grumi e vi risparmia un bel po’ di movimento di braccia.

Betoniera, come si usa per preparare la malta

La betoniera è indicata per preparare quantitativi elevati di malta. E’ facile da usare e le precauzioni sono poche!

Attenzione!
Prima di spegnere la betoniera è fondamentale un accurato risciacquo del bicchiere per evitare incrostazioni.

Come si prepara la malta nella betoniera?

1). Versate nel bicchiere, già in rotazione, la sabbia asciutta e la ghiaia. Lasciate mescolare i due inerti.

2). Versate il cemento necessario e lasciate ancora in rotazione il bicchiere. Il cemento non va aggiunto tutto in un colpo per evitare che un polverone fuoriesca dal bicchiere della betoniera.

3). Aggiungete, a poco a poco, l’acqua necessaria all’impasto. E’ difficile darvi le dosi esatte dell’acqua perché queste cambiano in base all’impiego che intendete fare del cemento e quindi se vi serve una miscela più o meno liquida.

4). Lasciate ruotare liberamente la betoniera e, prima di arrestarla controllate che al suo interno non ci siano grumi (in genere vi bastano pochi minuti ma tutto dipende dalla potenza della betoniera e dal suo carico).

5). Ribaltate il bicchiere (ancora in rotazione) e versate il contenuto nella carriola. A questo punto non vi resta che usare la malta preparata e risciacquare energicamente il bicchiere.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 agosto 2016