Orto sul tetto: costi e benefici

orto-sul-tetto

Un orto sul tetto è qualcosa più di un tetto verde. Aiuta a risparmiare energia (grazie al potere coibente della soluzione) e garantisce una fornitura di verdure a chilometro zero ai residenti dell’edificio. L’immobile ne guadagna anche sul piano estetico (ma l’orto deve essere ben curato!) e anche le relazioni sociali ne possono trarre giovamento.

Si stima che un orto sul tetto, o un tetto verde in alternativa, possa far risparmiare fino al 30% dell’energia consumata per il riscaldamento e il raffrescamento dell’edificio. Motivo per cui questa soluzione architettonica è stata inserita tra quelle di riqualificazione energetica che possono beneficiare del 65% di sgravi fiscali.

Quanto costa fare un orto sul tetto? Dipende da quello che si vuole. Indicativamente un metro quadrato di solo prato verde costa circa 70 euro finite. Se si aggiungono delle piccole piante si arriva a 100-120 euro. Con una dotazione di arbusti, e qui siamo davvero nel raffinato, il costo arriva a circa 200 euro.

Diciamo che il costo medio di un giardino pensile per un condominio (l’ideale sono le coperture piane degli edifici di città) si aggira attorno ai 30mila euro, che con le detrazioni fiscali di cui sopra può essere praticamente dimezzato. Passare da un prato a un orto sul tetto è un attimo e a quel punto i vantaggi sono ancora di più.

Quali sono i benefici per il condominio? Il primo è il risparmio di energia, che come dicevamo può arrivare al 30% della spesa annua per il riscaldamento grazie al miglior isolamento termico. Un altro è il benessere abitativo: un orto sul tetto contribuisce a mantenere gradevoli le temperature in tutte le stagioni dell’anno: fresco d’estate e caldo d’inverno.

Un altro vantaggio ancora, molto importante, è legato al fatto che il giardino pensile aumenta la durata di vita dell’impermeabilizzazione. Lo strato verde infatti protegge il manto di copertura dall’escurisione termica, dai raggi UV e dai possibili danni meccanici. Infine, il tetto verde migliora l’isolamento acustico perché protegge dai rumori (vicino agli aeroporti attenua l’impatto acustico degli aerei).

E i benefici per l’ambiente? Se per ambiente intendiamo la collettività, i benefici di un orto sul tetto o di un green roof in città consistono soprattutto nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica e nel filtraggio delle polveri atmosferiche. Un giardino pensile funziona esattamente come un qualsiasi altro giardino, contribuendo alla qualità dell’aria.

Un ulteriore beneficio ‘pubblico’ dei giardini sul tetto consiste nella ritenzione idrica, che può arrivare al 70-90% delle precipitazioni. Ne consegue l’alleggerimento dello scarico nella rete delle acque bianche nonché il possible riutilizzo delle acque reflue, dopo recupero e filtrazione.

Pubblicato da Michele Ciceri il 30 ottobre 2014