I vantaggi di un Tetto verde

tetto verde vantaggi

vantaggi di un tetto verde non si limitano alla sfera estetica. A beneficiare di un tetto verde è l’intera casa, a partire dal portafogli di chi paga le utenze.


Abbiamo già parlato molto del cosiddetto tetto verde, di come il green roof riesce ad abbassare la temperatura nell’ambiente circostante, di come riduce i livelli di biossido di carbonio e di polveri sottili, di come rende l’edificio più efficiente rispettando uno dei principi dell’architettura bioclimatica. Mettendo da parte tutti i concetti teorici, oggi analizzeremo i vantaggi pratici dell’installazione di un tetto verde.

Tetto verde, vantaggi economici e ambientali

  • Aumenta il valore economico della costruzione edilizia
  • Garantisce un miglior isolamento termico con un conseguente risparmio energetico
  • Protegge dal sole e dalla pioggia dando alla membrana di impermeabilizzazione del tetto una vita tre volte più lunga rispetto a un tetto tradizionale
  • Valorizzazione estetica dell’edificio
  • Ritenzione delle acque meteoriche riducendo il carico della rete fognaria
  • Abbassa la temperatura dell’ambiente circostante garantendo più comfort agli abitanti e riducendo gli effetti del fenomeno urbano delle isole di calore
  • Miglioramento della qualità dell’aria (assorbe CO2 e polveri sottili)
  • Aiuta la biodiversità fornendo nuovo habitat a uccelli e insetti
  • Isolamento acustico
  • Possibilità di coltivare ortaggi e verdure sul tetto: questo vantaggio è presente solo in caso di tetto verde intensivo o semi-intensivo (approfondisci su “Tetto verde: spessore, peso e dati tecnici“) 

Tetto verde, vantaggi: i dati

Tra i vantaggi di un tetto verde abbiamo citato l’isolamento termico e l’efficienza energetica, fattori che nel concreto si traducono con risparmio di denaro. Secondo i risultati di alcune ricerche, grazie al tetto verde è possibile risparmiare sul riscaldamento in inverno e sul raffreddamento d’estate;

in particolare, uno studio di ingegneria meccanica (vedi riferimenti a fine pagina) ha messo a confronto le prestazioni termiche ed energetiche di due singole stanza, la prima posizionata in un edificio con tetto verde, la seconda posta in un edificio con caratteristiche analoghe ma in assenza di tetto verde, i risultati hanno visto che un tetto verde riesce a garantire un risparmio energetico di circa 0,09 kWh per metro quadrato e il flusso di calore può essere ridotto di circa il 70%.  La variazione di temperatura interna, tra la stanza posta nell’edificio con tetto verde e quella posta in un edificio analogo ma privo di tetto verde, è di circa 1 °C.

Secondo uno studio olandese (Energiebesparingsmonitor 2006), un ufficio consuma mediamente 1,250 megajoule di energia per m2 all’anno. Il 39% di tale consumo è dettato dal riscaldamento mentre il 4% è legato all’attivazione degli impianti di condizionamento d’aria. Grazie al tetto verde è possibile risparmiare il 23% sul riscaldamento e il 75% sul consumo legato al condizionamento dell’aria.

Chi ha un impianto a metano può farsi subito i conti in tasca: ogni MJ (megajoule) di energia equivale a 0,0316 m3 di gas, grazie al tetto verde sarebbe possibile risparmiare circa 4.470 m3 di gas all’anno!

E’ pur sempre vero che nelle abitazioni si hanno necessità energetiche non assimilabili a quelle della vita d’ufficio. Anche in questo caso ci rifacciamo a uno studio (The Enviromental Benefits and Costs of Green Roof Technology, Fonte: Groen boven alles, Toronto, Canada) secondo il quale, una famiglia composta da 3 persone, spende in media 395 euro per esigenze di riscaldamento, consumando oltre 26.364 MJ di gas. Con un risparmio del 23% la riduzione della spesa sarebbe di circa 91 euro sulle spese legate al gas.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 ottobre 2014