Orto biologico: i lavori dell’estate

orto-biologico-lavori

In questo periodo più che mai al vostro orto biologico serve un’irrigazione regolare, preferendo i sistemi dello scorrimento-infiltrazione laterale oppure a goccia che sono i più efficaci.

Se irrigate con la canna fatelo a getto lento sulla parte radicale delle colture (non è necessario bagnare foglie e frutti), preferite le prime ore del mattino, o eventualmente la sera, e non usate acqua troppo fredda.

Soprattutto in questa stagione torna utile sapere che un orto biologico lo si può coltivare con poca o addirittura senz’acqua usando (bene) il cippato di legno di ramaglie fresche per l’apporto idrico e in sostituzione dei concimi chimici.

Una buona pacciamatura è l’altra cosa che serve in luglio-agosto al vostro orto biologico. Per averne una naturale potete ricorrere proprio al cippato di ramaglie fresche, che vi potete produrre in casa con un biotrituratore elettrico.

La pacciamatura agostana limita l’evaporazione dell’acqua causata dal sole battente e la trattiene nel terreno. Se poi la pacciamatura è fatta con cippato di legno di ramaglie fresche, essa darà un ulteriore apporto idrico al terreno migliorandone nel contempo la struttura.

Se il vostro orto biologico si trova in una zona a elevata luminosità, non dimenticate di proteggere le piantine appena trapiantate (meglio se dotate di pane di terra allevate nei contenitori alveolari) perché le foglioline giovani si ustionano facilmente.

Luglio è il periodo della cimatura di cetriolo, anguria e melone per favorire l’ingrossamento dei frutti. La stessa operazione può proseguire in agosto su melanzane, pomodori, peperoni e zucche. Luglio è anche il periodo in cui si inizia la sfemminellatura delle piante di pomodoro (sfemminellare significa asportare i germogli ascellari per rinforzare i palchi laterali).

Per le semine nell’orto biologico osservate le fasi lunari secondo le regole dell‘agricoltura biodinamica.

Semine di giugno nell’orto biologico:

  • luna calante: cavolo, indivia riccia e scarola, lattuga, radicchio di Chioggia precoce e medio, pan di zucchero, porro, sedano;
  • luna crescente: cavolfiore, barbabietola, basilico, cardo, carota, fagiolino e fagiolo rampicanti, fagiolino e fagiolo nani, prezzemolo, zucchina.

Semine di luglio nell’orto biologico:

  • luna calante: cavolo cappuccio autunnale o invernale precoce, cicoria catalogna, indivia riccia, scarola, lattuga, porro, radicchio;
  • luna crescente: bietola da coste, agretto, fagiolino e fagiolo nani, prezzemolo, ravanello, zucchina.

Semine di agosto nell’orto biologico:

  • luna calante: cipolla bianca, radicchio, cicoria catalogna, finocchio autunnale, lattuga, radicchio da taglio, spinaci e valerianella;
  • luna crescente: prezzemolo, ravanello.

Semine di settembre nell’orto biologico:

  • luna calante: cipolla bianca, lattuga da taglio e da raccolta, spinacio, valerianella;
  • luna crescente: prezzemolo, ravanello.

Pubblicato da Michele Ciceri il 13 luglio 2014