Ortensia bianca, tutte le info

ortensie bianche

Tra i fiori bianchi, l’ortensia è indubbiamente tra i più eleganti. L’ortensia bianca è perfetta da coltivare in giardino, in zone ombreggiate o a mezz’ombra. Nel linguaggio dei fiori rappresenta una profonda comprensione della vita.

Le ortensie sono piante meravigliose e in molte varietà, il colore dei fiori cambia nel corso delle stagioni, creando un’atmosfera deliziosa e mutevole!

Ortensie bianche, varietà

Per le ortensie blu, azzurre o violacee e le ortensie rosa, il colore dei fiori dipende dal grado di acidità del suolo (pH 4,5 per petali blu, azzurri o viola). Il suolo può essere reso più acido con l’aggiunta di solfato di calcio e alluminio o solfato di alluminio. Se, invece, la reazione di pH del terreno è poco acida, così come succede nei terreni argillosi o con pH basico, l’ortensia apparirà con fiori rosa o tendenzialmente rossi.

Alcune varietà di ortensie bianche propongono fiori verdi all’inizio della fioritura e, con la maturazione divengono poi bianchi. Molte varietà di ortensia bianca così come l’ortensia blu, non sono sensibili alle variazioni di pH del terreno e propongono stabilmente fiori bianchi (o blu nel caso dell’ortensia blu). Altre varietà di ortensie bianche, invece, vogliono terreni con pH acido, intorno a 4,5 – 5. Per questo motivo, quando compri un’ortensia bianca informati bene sulla varietà che stai acquistando per non assistere a imprevisti cambi di colore.

Per esempio, l’Hydrangea arborescens ‘Annabelle’, propone, nel primo momento della fioritura, fiori bianchi che poi diventano presto verdi. La migrazione di colore è piuttosto rapida, quindi in un primo momento l’ortensia mostrerà fiori bianchi che poi diventano verdi a maturazione del seme.

ortensia bianca

Nella foto in alto, l’ortensia bianca Hydrangea macrophylla  varietà ‘Noblesse’. Questa varietà produce dapprima i fiori verdi che poi, man mano, divengono bianchi mantenendo l’estremità inferiore rosa. In realtà, qui c’è una sorpresa nella sorpresa.

Non solo la pianta si esprime dapprima con fiori verdi (ortensia verde) ma poi, a maturazione, i fiori appaiono bianchi e rosa. Questa doppia colorazione rappresenta da un fiore nel fiore. La sovrapposizione dei toni bianco e rosa in questa orchidea bianca e rosa è data da fiori maschili all’esterno (fiore bianco) e piccoli fiori femminili all’interno (rosa).

Da menzionare è la specie hydrangea panicula, che è molto diversa dalle altre ortensie ad andamento cespuglioso. L’ortensia bianca Hydrangea paniculata si presenta sotto forma di alberello che, in condizioni ideali, può raggiungere un’altezza di 4 – 5 metri. Quando fiorisce (la fioritura è estiva), l’albero di ortensia bianca dischiude gemme bianche profumate.

Ortensia bianca: significato

L’ortensia bianca rappresenta l’amore sincero, puro e incontaminato. Si regala per rivelare la nascita di un nuovo amore e per questo che è apprezzata per decorare ristoranti e chiese in occasioni del Matrimonio o usata per il voluminoso bouquet della sposa.

Il significato dell’ortensia varia in base al colore. Per esempio, per l’ortensia blu o azzurra, l’ortensia è simbolo di un amore tormentato, il colore sottintende un carattere capriccioso e difficile. L’ortensia viola, invece, è simbolo di un amore regale, ammirazione e sudditanza. L’ortensia rosa, come tutte le ortensie è simbolo di amore, ma un amore gioioso.


Ortensia bianca: cura

Come curare l’ortensia bianca? Tutte le varietà vogliono un’esposizione a mezz’ombra e alcune varietà hanno bisogno, più di altre, di un terreno a reazione acida.

Nella foto in basso è mostrata l’ortensia bianca della varietà “White bouquet”. Questa varietà vuole un’esposizione a mezz’ombra, mentre generalmente, tutte le ortensie preferiscono posizioni più ombreggiate.

Le ortensie bianche -come del resto tutte le ortensie- hanno una fioritura estiva, da fine maggio a inizio autunno, quando i primi freddi fanno sfiorire la pianta. Nel mese di marzo e poi, di nuovo, in quello di aprile è possibile concimare il suolo con del fertilizzante specifico così da sostenere dapprima la ripresa vegetativa e poi la fioritura.

Le ortensie bianche vogliono un terreno sciolto e ricco di humus.

Tra le cure per l’ortensia bianca non manca la potatura. Ricorda che l’ortensia fiorisce sui rami dell’anno precedente. Puoi potare l’ortensia in primavera ma… la pianta faticherà a fiorire o non fiorirà affatto. Infatti, se l’ortensia non fiorisce, molto probabilmente la causa è una cattiva potatura.

La potatura, nell’ideale, andrebbe eseguita solo quando la pianta è troppo grande e i rami non consentono la circolazione dell’aria. Ogni anno, in primavera, puoi eliminare i rami secchi e danneggiati.

Ortensia bianca in vaso

Quando l’ortensia bianca è in vaso, il terriccio va irrigato in modo copioso e mantenuto sempre umido. Fai qualche foro extra sul fondo del vaso per garantire un buon drenaggio: se è vero che il terreno deve essere umido, è altrettanto vero che le radici non devono marcire e quindi è necessario consentire il normale deflusso dell’acqua somministrata in eccesso.

Quando l’ortensia bianca è troppo grande per il suo vaso, accorcia i rami di 1/3.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 settembre 2018