Milano Expo 2015 per rilanciare l’Italia in Europa

 

Il Milano Expo 2015 non si limiterà a rilanciare l’economia locale della città di Milano, sarà l’occasione ideale per riscattare il volto dell’Italia all’occhio dell’Europa e dell’intero globo. Il primo incontro tra la commissione Expo SpA, il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia e i delegati del Parlamento europeo promette bene.

Le aziende milanesi dimostrano un sempre crescente interesse verso il Milano Expo 2015, a dimostrarlo sono i sondaggi condotti dalla Camera di Commercio di Milano. Non solo gli imprenditori locali sono motivati a prendere parte all’Expo, le adesioni arrivano da tutto il mondo e già nel primo trimestre di questo 2012 sono 76 i Paesi che hanno ufficializzato la loro presenza all’Esposizione Internazionale che si terrà da maggio a ottobre del 2015.

Il primo incontro che ha visto riuniti il primo cittadino di Milano, i capi dell’Expo SpA e i delegati del Parlamento europeo si è tenuto lo scorso mercoledì 21 marzo. L’Unione Europea deve salire a bordo dell’organizzazione Expo e sia la commissione Expo SpA che il Parlamento europeo, stanno valutando i loro reciproci interessi per dare vita a una cooperazione sinergica.

L’Amministratore Delegato Giuseppe Sala ha sottolineato l’importanza dell’ingresso dell’Unione Europea. Fino ad oggi il ruolo dell’Unione Europea nel Milano Expo 2015 non è stato ben definito e a quanto pare è venuto il momento di farlo. Con l’Unione Europea non si punta solo a massimizzare l’internazionalità dell’Expo 2015 ma si pensa anche al benessere della città: l’amministratore Delegato Giuseppe Sala ha messo in evidenza un altro punto centrale che coinvolge tutta la città di Milano con il settore dei trasporti.

Milano e il Nord Italia potrebbe utilizzare l’occasione dell’Expo 2015 per migliorare le sue infrastrutture con la rivalutazione di strade, autostrade e ferrovie. Il Milano Expo 2015 sta, via via, diventando un punto di riferimento per l’Italia, una “pietra miliare” come lo ha definito il Sindaco Giuliano Pisapia. Con questi presupposti, l’Italia potrebbe riscattarsi e rilanciare la sua immagine, soprattutto durante un periodo di crisi economica dove molti personaggi del mondo politico hanno paragonato la situazione italiana a quella della Grecia, Nazione che, nel panorama europeo, vive sul filo del rasoio.

a cura di Anna De Simone

Pubblicato da Anna De Simone il 23 marzo 2012