Come curare le piante con macerati vegetali

È possibile proteggere le piante usando rimedi naturali. A tal proposito vi proponiamo alcuni consigli utili, pratici e semplici da attuare per curare le piante in modo naturale, utilizzando pochi centesimi.

I macerati vegetali (composti liquidi ottenuti dalla fermentazione in acqua) sono ottimi rimedi naturali per proteggere le nostre piante. Funzionano efficacemente come repellenti e concimi, inoltre stimolano la crescita della pianta rendendola più forte e resistente. Tra i macerati più usati troviamo quelli a base d’aglio ortica, erba cipollina, dente di leone, equiseto ma anche peperoncino o pomodoro.

Come preparare i macerati?
Procurarsi un contenitore in plastica, e riporre all’interno il vegetale che si desidera macerare.
Riempire il contenitore con dell’acqua tenuta per qualche giorno alle intemperie.
Attenzione a non riempirlo fino all’orlo: il processo di fermentazione produrrà un bel po’ di schiuma. Coprire il contenitore con della retina per evitare che all’interno possano cadere animaletti o foglie, assicurandosi che il macerato abbia aria a sufficienza.

Mescolare il contenuto del recipiente una volta al giorno: al sole l’operazione ha un effetto più rapido. Dopo circa tre settimane il macerato è pronto per l’uso. Il macerato va conservato, una volta pronto, in un recipiente chiuso con coperchio.

Contro i parassiti è ottimo il macerato d’aglio. Versare il macerato in un flacone con erogatore vuoto, di quelli dei più comuni prodotti per la pulizia della casa e spruzzare il liquido direttamente sui parassiti, quando li vedete attivi.

Contro ragnetti e parassiti, invece, è efficace il macerato di ortiche (occhio a non pungervi nel coglierle). Per proteggere le piante dai bruchi è efficace il macerato di tabacco.
Il macerato di ortica può essere usato nell’orto, sui fiori, e in tutti i casi in cui ci sia un attacco di afidi oppure, preferibilmente, a scopo preventivo (distribuire sulle piante 1 volta ogni 2 settimane). Il macerato di ortiche può essere michelato con il macerato di equiseto per avere anche un effetto antifungino. Inoltre, durante la macerazione, si può aggiungerequalche spicchio di aglio tagliato a pezzetti per potenziare la soluzione.

Il macerato di equiseto è un rimedio molto efficace per le infestazioni micotiche.
Per proteggere le piante dai bruchi è efficace invece il macerato di tabacco.
Il macerato di consolida è ricchissimo di potassio ma contiene anche azoto e fosforo. Ottimo attivatore e fertilizzante per le piante di pomodori, di pesco e su tutte le piante i cui frutti risultano insipidi
Tutti i concimi liquidi sviluppano un odore non molto gradevole. Per diminuirlo, potete aggiungere alla miscela qualche goccia di estratto di fiori di valeriana oppure qualche manciata di polvere di roccia.
Il macerato di rosmarino va consigliato sulle piante dell’orto soggette agli afidi, perché irrobustisce le piante.
Anche il macerato di peperoncino è un potente repellente contro gli afidi.

Come curare le piante contro acari, lumache, larve e parassiti vari? Potete utilizzare i macerati vegetali per ogni circostanza, ecco la scheda delle indicazioni.
AFIDI e ACARI: macerato d’ortica,
LUMACHE: macerato d’aglio
RAGNO ROSSO: macerato d’ortica ed equiseto,
ALTICHE e COLEOTTERI: macerato d’assenzio,
CAVOLAIA: macerato di femminelle di pomodoro
LARVE: macerato di tanaceto.
OIDIO: macerato di equiseto,
MUFFA e FUNGHI: macerato d’equiseto e d’ortica.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 marzo 2012