Marmellata di albicocche, ricetta classica e varianti

marmellata di albicocche

Marmellata di albicocche, ecco la ricetta classica e le tante varianti pronte da gustare: confettura di albicocche senza zucchero, con pesche, mele o lavanda.

Gustose, digeribili e a basso contenuto calorico, le albicocche annoverano importanti proprietà nutrizionali grazie all’alto contenuto di vitamina A e vitamina C in aggiunta all’alta disponibilità di potassio e di fibre vegetali.

Se vi piacciono le albicocche e non volete rinunciare al loro gusto tutto l’anno, potrebbe essere una buona idea preparare una scorta di marmellata fatta in casa. La confettura di albicocche è semplice e veloce da preparare, adatta anche a chi non si è mai prodigato in cucina. A tal proposito, ecco come fare una marmellata di albicocche seguendo la nostra ricetta passo dopo passo.

Con un chilo di albicocche, quanta marmellata ottengo? 

In genere, con un kg di albicocche si ottengono 2 vasetti di marmellata da 250 grammi o un barattolo da 500 gr.

Marmellata di albicocche fatta in casa

In questa prima ricetta non vi forniamo le dosi… non siamo impazziti! Lo facciamo perché le albicocche sono molto dolci e chi preferisce potrebbe ottenere una confettura con poco zucchero o addirittura preparare una dolcissima marmellata di albicocche senza zucchero.

  • Albicocche mature biologiche
  • Zucchero (opzionale)
  • Vasetti di vetro a chiusura ermetica
  • Limone non trattato (opzionale)

Poco zucchero, senza zucchero o ricetta classica?

Per darvi dei parametri per regolarvi con le dosi degli ingredienti vi diciamo che, una confettura di albicocche classica si prepara con 250 grammi di zucchero per ogni kg di albicocche che impiegate. Chi vuole una marmellata esageratamente dolce, in genere usa addirittura 500 grammi ma lo sconsiglio perché il sapore dell’albicocca viene alterato eccessivamente dallo zucchero!

Per un sapore più naturale, l’uso dello zucchero è del tutto sconsigliato. Vi basterà usare albicocche ben mature e il gioco è fatto! Otterrete una confettura di marmellata senza zucchero dal sapore unico e naturale (la mia preferita).

Per una marmellata di albicocche con poco zucchero, vi basterà abbassare la dose indicata inizialmente e usare 100 gr di zucchero per ogni chilogrammo di albicocche usato.

Come fare la marmellata di albicocche

In questa ricetta, vi consiglieremo di non sbucciare le albicocche. Chi vuole ottenere una consistenza più liscia e vellutata, più facile da spalmare, a fine processo dovrà frullare la marmellata ottenuta prima di versarla nei barattoli.

  1. Lavate per bene le albicocche e tagliatele a pezzetti, levando i noccioli ma senza sbucciarle. Nella buccia della frutta vi è la pectina, una sostanza che agisce come un addensante naturale.
  2. Prendete un’altra pentola e versateci i pezzi di albicocche, il succo e la scorza del limone grattugiata, aggiungete una tazza di acqua e fate bollire a fuoco molto basso per qualche minuto, togliendo man mano la schiuma che si forma in superficie.
  3. Quando l’acqua comincia a bollire aggiungete lo zucchero poco a poco nella quantità che avete scelto.
  4. Mescolate ogni tanto con un cucchiaio di legno, tenendo la pentola a fuoco basso.
  5. Appena il composto diventa omogeneo e consistente, versatelo nei vasetti sterilizzati. La marmellata dovrà cuocere fino a quando incomincia a scivolare lentamente dal cucchiaio.
  6. Chiudete i vasetti e rimetteteli nell’acqua per ripetere il processo di sterilizzazione.
  7. Prendete poi i vasetti, asciugateli e metteteli a raffreddare in un luogo fresco e buio ma non in frigo.

Ecco la vostra marmellata di albicocche pronta per essere gustata.

Marmellata di albicocche e mele, pesche o…

Il procedimento resta pressappoco identico, cambiano solo gli ingredienti. Nel caso della confettura di albicocche e mele, potete usare:

– 2 kg di albicocche mature,
– 4 mele grandi,
– il succo e la scorza di un limone.

Per quanto riguarda la confettura di albicocche e pesche:

– 1 kg di albicocche
– 1 kg di pesche
– il succo e la scorza di un limone

La mia preferita, è la ricetta della marmellata di albicocche e arance, è importante sbucciare l’agrume ed eliminare la parte “bianca”. Anche in questi casi, per lo zucchero, rispettate le linee guida viste in precedenza.

Confettura di albicocca e lavanda

Per la ricetta della marmellata di albicocca e lavanda gli ingredienti previsti sono:

  • 1 kg di albicocche
  • 4 rametti di lavanda

Per preparare la confettura di albicocche e lavanda, i rametti di lavanda andrebbero chiusi in un colino/infusiera e lasciati a mollo tra le albicocche che si stanno cuocendo a fuoco basso. E’ possibile mettere i rametti di lavanda anche senza infusiera, ma poi rischiate di ritrovarvi con una marmellata con residui di lavanda all’interno. Personalmente, a me non dispiacciono vedere i frammenti di infiorescenze di lavanda, ma comunque al momento dell’uso della marmellata vanno scartati e non ingeriti… non hanno un buon sapore!

Marmellata di albicocche

La lavanda si può usare per dare un tocco di profumo a qualsiasi marmellata preparata con frutta estiva.

Per quanto tempo si può conservare la marmellata fatta in casa?

I vasetti possono essere conservati per un anno. Se vengono aperti è opportuno consumarli entro 10 giorni. Non dimenticate di apporre l’etichetta con la data di produzione…. E scegliete sempre frutta biologica per le vostre marmellate!

Come sterilizzare i barattoli di marmellata?

Versate dell’acqua in una pentola alta e aspettate che bolli, a quel punto immergete i vasetti per circa 10 minuti: si tratta di un processo di sterilizzazione necessario per evitare che si sviluppino muffe o peggio sostanze tossiche. Se avete un microonde, potete seguire la guida come sterilizzare i vasetti nel microonde.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 6 settembre 2017