Mani fredde: come riscaldarle?

mani fredde

Alcune persone soffrono costantemente di mani fredde, principalmente per caratteristiche id circolazione sanguigna. Ma come fare per riscaldare le mani fredde? In che modo puoi risolvere questo problema, ed evitare di avere due ghiaccioli al posto delle mani?

Abbiamo cercato di riassumere, di seguito, alcuni suggerimenti che potranno esserti utili soprattutto d’inverno, quando il fenomeno delle mani fredde è evidentemente molto più diffuso e fastidioso. Scopriamo insieme quali sono questi consigli!

Stare al caldo

Naturalmente, a prima vista questo consiglio può sembrare fin troppo ovvio ma… è la tua priorità numero 1! Cerca di stare al caldo, perché non c’è niente di meglio per riscaldare le dita fredde. In questo modo infatti migliorerai la circolazione, ed evitando gli sbalzi di temperatura eviterai anche un sacco di seccature per la tua salute. Considerato che se soffri di mani fredde queste estremità potrebbero richiedere più tempo per scaldarsi, non c’è niente di male nel tenere i guanti in casa un po’ più a lungo, appena rincasi, fino a quando non entri nella giusta temperatura.

Leggi anche Cosa mangiare per proteggere le mani dal freddo

Prenditi cura del petto

Quando le dita sono fredde, è naturale concentrarsi su ciò che si indossa sulle mani, prendendo magari un bel paio di guanti imbottiti. Tuttavia, non trascurate il resto del tuo corpo, e specialmente il tuo petto. Cerca di indossare magliette, camicie e maglioni a strati, in maniera tale che tu possa regolare quello che indossi in base al tuo livello di attività fisica e ai cambiamenti del tempo. Ricorda che una volta che il tuo petto sarà al caldo, il tuo corpo sarà in grado di pompare più calore verso le tue estremità, come le dita delle mani e dei piedi.

Rimani all’asciutto

Le mani bagnate tendono a diventare presto mani fredde, e quindi è necessario mantenerle asciutte fin quanto possibile. Indossare un buon paio di guanti o guanti impermeabili impediscono all’umidità di entrare dall’esterno, ma bisogna anche essere consapevoli che il rischio che corri è l’opposto: creare un eccessivo surriscaldamento e, quindi, sudore (le mani sudate, nei guanti, si raffreddano rapidamente quando le metterai all’aria). La soluzione è quella di scegliere i guanti in base a quello che stai facendo e al clima del momento, considerato che non tutti i guanti sono uguali: ne esistono alcuni modelli piuttosto leggeri, e altri che invece non ti faranno temere nemmeno un’arrampicata in montagna ad altissima quota!

Evita il vento

Una brezza fresca può inviare brividi lungo la tua spina dorsale e congelare le dita in men che non si dica. Naturalmente, indossare un paio di guanti impermeabile ti aiuterà a tenere meglio al riparo le tue mani, ma non dimenticare che le mani si congelano anche se ricevi troppo freddo nel resto del corpo, e che dunque in caso di brezza troppo rigida dovresti cercare di contenere il freddo anche sul petto e sul viso.

Evita gli indumenti stretti

Cinturini dell’orologio, polsini della camicia o guanti troppo stretti possono causare una cattiva circolazione e favorire le mani fredde, piuttosto che cercare di evitare questo problema. Dunque, assicurati che il tuo abbigliamento e i tuoi accessori si adattino correttamente al tuo corpo e non siano troppo stringenti.

Muoviti

Non è mai una buona idea lasciare le mani immobili per troppo tempo a temperature basse se capisci che stanno diventando troppo fredde. Ricordati dunque di muoverle di tanto in tanto evitando gli immobilizzi. Basterà un semplice movimento per aumentare il flusso di sangue alle dita. Puoi anche aiutarti tenendo in tasca delle molle o degli altri piccoli accessori che ti richiederanno un po’ di sforzo per poter essere attivati, favorendo così una circolazione aggiuntiva ancora più celere.

Usa pacchetti scaldamani

In commercio puoi trovare dei piccoli pacchetti scaldamani, un ottimo modo per scaldare le dita, specialmente se si è inclini al freddo e/o si ha una cattiva circolazione. Ci sono anche altre opzioni un po’ più costose, ma identicamente efficaci, come dei guanti che hanno degli elementi riscaldanti integrati.

Non far finta di niente

Se ti rendi conto che le tue dita si stanno raffreddando, prenditi il tempo per riscaldarle. Puoi per esempio metterle sotto le ascelle o sulla pancia, come rimedio di emergenza. Evita però di sottovalutare la situazione e, soprattutto, se ritieni che stia raggiungendo delle situazioni di gravità particolarmente profonda, non dimenticarti di parlarne con il tuo medico di riferimento!

Pubblicato da Anna De Simone il 1 Ottobre 2019