Mangiare in ufficio: ricette

Mangiare in ufficio

Mangiare in ufficio, a volte non se ne può fare a meno, a volte si può scegliere di farlo se l’ambiente è piacevole e ci sono spazi ad hoc per stare con i colleghi e fare quattro chiacchiere senza infilarsi in un bar. Oggi che gli spazi di lavoro cercano di essere sempre più smart e vivibili, possiamo iniziare a immaginare che mangiare in ufficio non sia una scelta punitiva ma di salute e socialità. Meglio quindi sapere cosa mangiare per restare sani e nutrirsi al meglio, per non soffrire attacchi di sonno da digestione ma nemmeno restare senza energie.



Mangiare in ufficio a pranzo

In pausa pranzo, per risparmiare tempo o denaro, o per finire un lavoretto, può capitare di mangiare in ufficio e il consiglio è quello di prediligere proteine e carboidrati. Le prime forniscono mediamente 4kcal per grammo e sono necessarie per essere attivi, possiamo scegliere di assumerne mangiando uova, latte e derivati, carne, pesce, legumi e soia. Anche i carboidrati sono necessari, non scartiamoli dalla dieta.

Si può scegliere tra panino e insalata, se non si vuole portare il lunch box con un piatto cucinato, basta ricordarci ingredienti come pollo, tonno, gamberetti e verdure. Ogni tanto possiamo anche pranzare con cibo take away giapponese, ma massimo 2 volte a settimana.

Mangiare in ufficio

Mangiare in ufficio ricette 

Per mangiare in ufficio ci sono molte ricette interessanti consigliate nell’articolo sulla “Pausa pranzo”. Durante le pause, si possono anche mangiare dei dolcetti senza alcun senso di colpa. Se si tratta di uno ogni tanto, e non troppo pesante, è un modo per tenere alti gli zuccheri e l’umore.

Mangiare in ufficio è vietato

Sono pochi ormai i luoghi in cui mangiare in ufficio è vietato, dipende molto anche dal tipo di ufficio e di lavoro che svolgiamo, dalle condizioni di igiene che ci sono e che vanno mantenute. Ci sono poi dei momenti in cui mangiare in ufficio è vietato per mantenersi in salute e non per regole esterne, aziendali.

E’ vietato, o per lo meno sconsigliato, mangiucchiare davanti al computer per rischiare di saltare i pranzi, e anche la mattina è meglio fare colazione con calma prima di andare in ufficio che farla a metà mattina tra una riunione e l’latra. Sono pessime ed evitabili abitudini che possono rovinare la salute, alla lunga.

Mangiare in ufficio

Mangiare in ufficio per non ingrassare 

Un toast, al contrario di ciò che si può pensare, è un ottimo pranzo per chi vuole mangiare in ufficio. L’importante è scegliere bene gli ingredienti e per questo vi consigliamo alcune ricette per toast sane e nutrienti, e anche appetitose.

Per non ingrassare quando si pranza in ufficio è importante aver fatto una buona colazione che dà la carica e non mangiare sempre e solo insalate, spesso più condite e caloriche di un panino ben farcito.

Altra raccomandazione è variare, ingredienti e tipologia di pasti, alternando panini, piatti freddi, toast, piadine, sushi, anche insalate. Per le pause, ottima la frutta secca, mandorle in primis, senza mai scordare di bere molto, acqua e tisane.

Mangiare in ufficio

Mangiare in ufficio piatti sani 

Chi non vuole mangiare solo panini e nemmeno spendere sempre per acquistare un pranzo fuori da mangiare in ufficio, può prepararselo a casa e custodirlo in un lunch box. Se ne trovano in vendita anche di elettrici, con divisioni interne e mini contenitore per la frutta.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 novembre 2017