Mangia-smog: tecnologia italiana in USA

Macchina mangia smog

La tecnologia made in Italy APA – Air Pollution Abatement, ideata per catturare ed eliminare le polveri sottili e gli inquinanti derivanti da smog urbano, attività industriali e produttive, sbarca negli USA.

Is TECH, la startup italiana ideatrice di APA e impegnata nel comparto dell’innovazione tecnologica applicata alla tutela dell’ambiente, ha infatti firmato un accordo con Bridges to Italy, l’associazione no-profit nata in America (con sedi in California e in Italia) che si propone di rappresentare un ponte di collegamento con le eccellenze italiane orientate verso percorsi di crescita sul territorio americano.

La piattaforma intelligente multifunzione Air Pollution Abatement, dalle molteplici applicazioni e brevettata a livello internazionale, è stata presentata a inizio novembre durante la Fiera Internazionale Ecomondo di Rimini, dove 6 impianti APA hanno mostrato le enormi potenzialità della tecnologia, depurando l’aria dal padiglione della Città Sostenibile.

Grazie alla firma dell’accordo, Is TECH potrà avvalersi della collaborazione di Bridges to Italy per sviluppare progetti peculiari e per aprire il dialogo con la partnership pubblico-privata PortTech LA e con la Tech Coast Angels californiana, la più grande associazione di Business Angels degli Usa, entrando in contatto con capitali e con importanti esperienze manageriali statunitensi.

Is TECH ha programmato la propria espansione internazionale attraverso un modello operativo focalizzato su partnership e trasferimento tecnologico, e con questo accordo pone le basi per la presentazione della tecnologia APA in USA. Bridges to Italy costituisce infatti un partner autorevole in grado di favorire la collaborazione con numerosi investitori americani, con le aziende statunitensi e con le istituzioni della California impegnate nelle tecnologie pulite.

Per la nostra società si tratta di un primo traguardo e, allo stesso tempo, di uno stimolante punto di partenza – dichiara Giuseppe Spanto, Amministratore Delegato di Is TECHSiamo consapevoli delle nostre peculiarità d’innovazione e inventiva, del nostro genio italico applicato ad ambiti strategici come lo sviluppo sostenibile, la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione della green economy”.

Pubblicato da Michele Ciceri il 6 dicembre 2012