Soggiorno gratis con il baratto

Avete voglia di una vacanza ma il portafogli piange? Allora è il caso di tornare all’era del baratto. Non è una triste battuta di spirito ma ciò che sta succedendo con l’iniziativa BarattoBB. In Italia sono circa 800 i Bed and Breakfast che offrono soggiorni in cambio di beni o servizi. Gli scambi possono essere i più vari: potete scambiare la vostra vecchia collezione di CD in cambio di un pernottamento con colazione senza dover aggiungere un solo euro!

Tutti possono barattare qualcosa: potete aiutare il gestore nella raccolta delle olive oppure offrire manutenzione per la sua automobile. Le possibilità sono tante. Potete avere un soggiorno gratuito in cambio di lezioni di ballo, trattamenti benessere, massaggi e tutto ciò che avete da offrire. Ciò che va per la maggiore sono i prodotti tipici e artigianali. Dalle confetture, vino agli insaccati. Tenetevi pronti a fare la vostra offerta.

Il baratto ha aperto nuove frontiere per il turismo sostenibile. Prima di tutto “costringe” il vacanziere a non muoversi dal territorio italiano, ciò significa minori emissioni nocive per il trasporto. In secondo luogo dà valore alle merci: se avete una vecchia collezione di francobolli, questo è il momento giusto per trasformarla in un delizioso soggiorno.

L’iniziativa è nata come un evento dalla durata di una settimana. Nel mese di novembre, ogni anno, c’è “La settimana del Baratto”, tuttavia numerose strutture hanno esteso questa iniziativa all’intera vita e offrono sempre soggiorni in cambio di beni e servizi di qualsiasi natura.

Partecipare è semplice, vi basterà fare una proposta di baratto e sarete contattati dai gestori interessati al bene o servizio che siete disposti a offrire in cambio del soggiorno. In alternativa potete consultare la “lista dei desideri” dei Bed and Breakfast. Per esempio, il B&B “La Rosa e il Peperoncino” di Napoli, offre soggiorni gratuiti in cambio di lavori di restauro quadri. A Modena il B&B “Il romitorio” cerca oggettistica della Coca Cola e ancora, il B&B il “Glicine” di Brescia cerca francobolli o monete. I desideri sono davvero tanti, basta visitare il sito www.barattobb.it

Pubblicato da Anna De Simone il 6 dicembre 2012