Lunghezza focale: cosa è

Lunghezza focale

La lunghezza focale è certamente qualcosa di famigliare per i fotografi e per gli appassionati di fotografia, oltre che per gli scienziati e per chi lavora con le lenti, ottici compresi. Vediamo di cosa si tratta e come può caratterizzare una macchina fotografica come anche altri sistemi ottici. E la fotocamera del nostro smartphone, perfino!



Lunghezza focale: cosa è

Si tratta di una misura assoluta, molto utile per caratterizzare i sistemi ottici. Si può dire anche distanza focale, si intende sempre lunghezza focale, la si indica con la lettera “f” quando si realizzano degli schemi e dei disegni per spiegare cosa è.

E’ lo spazio misurato tra il centro ottico di una lente sottile ed il punto di focalizzazione dei raggi paralleli entranti, emessi da un punto luce posto all’infinito. Questa definizione va letta con davanti un disegno come quello che riportiamo, altrimenti è davvero difficile comprendere di cosa si sta parlando.

Lunghezza focale

Lunghezza focale: fotografia

Nel campo della fotografia, abbiamo una definizione più specifica per questa misura, che entra nel merito delle caratteristiche della macchina fotografica e del suo sistema ottico. La lunghezza focale è in questo caso la distanza tra il centro ottico dell’obiettivo ed il piano della messa a fuoco che può essere il sensore o la stessa pellicola.

Di solito la si misura i mm, o in pollici, è più raro vederla indicata in cm. Si può intendere questa stessa grandezza anche come l’inverso del potere diottrico, è un po’ più complessa come definizione, vero, ma per gli esperti di fotografia è utile e fa capire che è in relazione con l’ingrandimento lineare.

Lunghezza focale: obiettivo

Vediamo meglio come valutare la lunghezza focale con un obiettivo fotografico in mano. Il suo centro ottico non sempre coincide con il suo centro, spesso ci sono più lenti con cui fare i conti, e vanno proprio fatti i conti, i calcoli, per individuare una sorta di lente virtuale che riassume le caratteristiche del sistema di lenti reali di cui è composto l’obiettivo.

Spaziando tra i vari obiettivi a disposizione e in uso, troviamo quelli con lunghezza focale maggiore del “normale“, come i teleobiettivi, e poi ci sono quelli più normali, o così considerati, ovvero con una lunghezza focale uguale alla diagonale del formato. All’estremo opposto dei teleobiettivi ci sono quelli grandangolari, con focale corta, progettati per avere una lunghezza effettiva maggiore.

Lunghezza focale

Lunghezza focale: calcolo

Quando si misura la focale, per convenzione, si imposta la messa a fuoco all’infinito, durante le varie regolazioni tra l’infinito e la minima distanza di messa fuoco, il valore reale della lunghezza focale aumenta in proporzione. Questo significa che ci si deve allontanare dalla telecamera, per mettere a fuoco un oggetto vicino alla lente. Un’altra grandezza relativa alla luce e alla sua propagazione con cui ci troveremo a fare in conti è l’indice di rifrazione

Lunghezza focale: telescopio

Non solo le macchine fotografiche hanno la distanza focale ma anche i telescopi con il loro sistema di lenti. In questo caso la lunghezza focale è importante perché va a influire sulla visione degli oggetti astronomici, maggiore è, maggiore risulta l’ingrandimento dell’immagine, a parità di oculare utilizzato, ma questo va a scapito della luminosità dell’immagine. Tutto ciò, sia chiaro, non centra nulla con la terapia della luce che viene svolta sulla terra e con dei sistemi molto più semplici dei telescopi che servono semmai per indagare le orbite dei pianeti, le meteoriti e gli asteroidi pericolosi

Lunghezza focale

Lunghezza focale: smartphone

Anche il nostro smartphone ha la sua lunghezza , anche quella focale, ma in questo caso, per via del suo essere sempre molto sottile, questa misura è una sorta di vincolo strutturale. La distanza focale di un iPhone 8 Plus, ad esempio, è di 3.99 mm: tra il sensore e il centro della lente ci sono praticamente 4 mm.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 1 marzo 2018