Lumaca gigante: dimensioni, caratteristiche e come allevarla

lumaca gigante

La lumaca gigante o achatina achatina è una chiocciola originaria dell’Africa che fa parte della famiglia achatinidae: una specie inserita nell’elenco delle 100 più invasive al mondo.

Lumaca gigante: caratteristiche

La lumaca gigante è la più grande chiocciola esistente al mondo: l’esemplare più grande mai registrato è lungo 39 cm con un guscio di 27 cm e un peso di circa 1 kg.

L’achatina achatina è semplice da distinguere dagli altri esemplari facenti parte della stessa famiglia: l’achatina e l’archachatina.

La lumaca gigante come tutte le achatine ha un guscio che termina in maniera appuntita, quindi questo ci fa già escludere che possa trattarsi di un’archachatina: inoltre quest’ultima presenta una colorazione del guscio totalmente differente.

Il guscio della lumaca gigante è molto particolare: la sua colorazione ricorda quella della tigre essendo composta di strisce gialle e nere.

Quest’ultima caratteristica descritta rende la lumaca gigante unica nel suo genere.

Il colore della pelle dell’achatina achatina varia a seconda dell’individuo ma tendenzialmente è di colore scuro: alcuni individui presentano una colorazione che varia dal rosa al rosso con la costante delle sfumature che tendono al nero.

Lumaca gigante: come allevarla

La lumaca gigante è un esemplare semplicissimo da allevare anche se come vedremo più avanti non è semplice farlo riprodurre.

Questo tipo di chiocciola predilige temperature che variano tra i 26 C° e 28 C°: sotto i 10 C° la lumaca gigante non è in grado di sopravvivere mentre tra i 10 C° e 19 C° la chiocciola cade in letargo.

Il consiglio che vi do è di impedire il letargo alle chiocciole che ancora non si sono sviluppate completamente perché rischierebbero di non sopravvivere. Per far andare in letargo le chiocciole è anche molto importante che siano nutrite accuratamente.

Per far crescere al meglio la lumaca gigante si consiglia di utilizzare un terrario apposito: utile per mantenere il clima ideale e per evitare la fuga di questi individui che provocherebbero danni enormi alle coltivazioni.

I terrari migliori in assoluto per le lumache giganti sono quelli in vetro con doppia presa d’aria: una in basso, una su un lato e una sopra.

Il terreno dovrà essere abbastanza profondo da permettere alla vostra lumaca gigante di interrarsi: dovrete usare un terriccio morbido che assorba bene l’acqua in modo da garantire la giusta umidità.

Dal momento in cui la lumaca gigante è un animale molto pigro non serve mettere all’interno del terrario rami per farla arrampicare.

Lumaca gigante: alimentazione

La lumaca gigante è un animale onnivoro: ogni individuo, come per gli esseri umani, presenta gusti differenti.

Non è raro vedere delle chiocciole nutrirsi di qualcosa che altre che invece non gradiscono, preferendo un cibo diverso.

La dieta della lumaca gigante deve essere composta per lo più da verdure e in minima parte di carne.

Tra le verdure più gradite all’achatina achatina troviamo senz’altro insalata, radicchio, pomodori e cetrioli: evitate assolutamente cibi acidi o piccanti.

La sostanza nutritiva più importante che dovrà sempre essere a disposizione della lumaca gigante è una fonte di calcio: l’achatina achatina ha costantemente bisogno di calcio per formare il proprio guscio.

A questo fine vi consiglio di introdurre nel terrario qualche osso di seppia che come probabilmente sapete sono composti interamente di calcio e carbonato.

Le lumache giganti all’interno della loro bocca hanno tantissimi piccoli denti che utilizzano per grattare il cibo e ingerirlo: questi piccoli denti si consumano e si rigenerano di continuo.

Lumaca gigante: riproduzione

La lumaca gigante è un’ermafrodita incompleto: in un solo esemplare sono presenti entrambe i sessi ma per fecondarsi ha bisogno dello sperma di un altro individuo.

Dopo circa 20 giorni entrambe gli esemplari depongono le uova in una buca scavata nel terreno.

Il numero di uova varia a seconda dell’esemplare: mediamente vengono deposte dalle 50 al centinaio di uova.

Le uova della lumaca gigante per schiudersi richiedono un clima caldo: i tempi variano a seconda del tipo di terreno e clima.

Una volta nate le lumache giganti non cercheranno subito cibo ma inizieranno a nutrirsi del loro uovo. In una fase successiva inizieranno a cercare altro cibo.

A differenza delle altre chiocciole facenti parte delle achatinidae, l’achatina achatina non si riproduce molto facilmente in quanto non è particolarmente predisposta all’accoppiamento. Inoltre, anche se depositate in un habitat ideale, la maggior parte delle uova tendono a non schiudersi. Proprio per questi motivi la lumaca gigante è molto rara e costosa.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 3 Maggio 2019