Legno sostenibile di quercia nel cuore di Londra

Legno di quercia bianca americana per una ristrutturazione a Londra

Legno sostenibile di quercia bianca americana nel cuore di Londra. In realtà non deve stupire se un cittadino londinese ha scelto il legno, e questa essenza in particolare, come materiale base per ampliare e ristrutturare la propria casa a Church Crescent, una via residenziale di villette bifamigliari nella zona di Finchley.

Il legno è il più antico materiale da costruzione e anche il più longevo e resistente. Più dell’acciaio alle prove dinamiche e più del cemento per quanto dura negli anni. E la quercia bianca americana è un legno robusto e pesante, ha una media resistenza alla flessione ed è di notevole impatto estetico.

Il legno arriva dal bosco, che è una miniera inesauribile se coltivato a dovere, e la quercia bianca americana è un’essenza ampiamente disponibile in natura, i tagli sono regolati dalla legge americana e sul commercio sovrintende l’American Hardwood Export Council (AHEC) la più importante associazione di categoria per il commercio del legno di latifoglie americane.

Il committente ha raccontato di aver preso contatti con diversi fornitori per valutare i requisiti e i dati tecnici del materiale. La sua ricerca era orientata verso un legno sostenibile di quercia a un costo ragionevole, che fosse resistente all’uso in esterno senza sigillanti o finiture e disponibile in listelli di sezione 32 mm x 32 mm.  La quercia bianca americana rispondeva esattamente a queste necessità.

La quercia bianca americana ha un alburno color crema e un durame che va dal marroncino al marrone scuro. L’essenza presenta una fibra perlopiù diritta e una venatura media o marcata, con raggi midollari più lunghi rispetto alla quercia rossa (American Red Oak) che creano un disegno caratteristico molto gradevole.

Per le sue caratteristiche la quercia bianca, ampiamente disponibile nei mercati di esportazione, rappresenta una scelta privilegiata da molti mobilieri e aziende di falegnameria e pavimentazioni grazie all’omogeneità cromatica, all’elevato volume di produzione di legno dai bordi squadrati e alla disponibilità di impiallacciati.

La quercia bianca americana è un legno robusto e pesante, presenta media resistenza alla flessione e alla compressione e bassa rigidità e si presta bene alla curvatura al vapore. Per essere utilizzato in esterno senza preservanti deve avere una classificazione minima di Classe 3, ovvero moderata resistenza. Come per tutte le altre essenze, se vi è alburno, servono però trattamenti conservativi.

Tornando al progetto di progetto di Church Crescent, che ci ha dato l’occasione di parlare del legno di quercia bianca americana, l’obiettivo era ampliare gli spazi abitativi di una villetta di mattoni a vista creando sul retro un locale dall’aspetto moderno, dotato di grandi vetrate per far entrare più luce possibile nella cucina esistente.

Per rivestire le pareti e il tetto della nuova area pranzo sono stati utilizzati listelli a sezione quadrata di quercia bianca americana naturale che incorniciano le porte scorrevoli e l’ampio soffitto in vetro. Lo schermo antipioggia in legno massiccio di quercia bianca crea uno stile contemporaneo seguendo l’inclinazione del tetto.

Pubblicato da Michele Ciceri il 24 giugno 2013