Lavare la frutta con acqua e bicarbonato

lavare frutta e verdura con acqua e bicarbonato

Lavare la frutta con acqua e bicarbonato di sodio: tutte le istruzioni per eliminare pesticidi e prevenire la toxoplasmosi.

Il bicarbonato di sodio annovera blande proprietà disinfettanti e antisettiche, per questo è molto utile nel lavaggio di frutta e verdura.

La quasi totalità di inquinanti presenti sulla buccia di frutta e verdura vanno via con un semplice lavaggio in acqua. E’ anche vero che prodotti ad alto rischio come, per esempio, le fragole, possono presentare sulla superficie una gran quantità di pesticidi e in questo caso un rapido lavaggio sotto acqua corrente non basta.

Il bicarbonato di sodio si rende utile sia per eliminare residui di pesticidi, erbici e polveri, sia per eliminare alcuni organismi potenzialemnte nocivi per l’uomo: è il caso del toxoplasma per le donne in gravidanza.

Lavare frutta e verdure durante la gravidanza

La toxoplasmosi è una malattia parassitaria causata dal parassita Toxoplasma gondii. La toxoplasmosi può essere particolarmente rischiosa per le donne in gravidanza.

La bonifica di frutta e verudura dal parassita Toxoplasma gondii è un’importante profilassi per le donne in gravidanza. Per eliminare il parassita toxoplasma gondii è possibile ricorrere a una soluzione a base di acqua e bicarbonato di sodio. Per le istruzioni su come lavare la frutta e verdura con acqua e bicarbonato vi rimandiamo al paragrafo successivo.

Come Lavare la frutta con acqua e bicarbonato di sodio

La procedura è semplice. Ecco come proseguire:

  1. Per prima cosa, lavate frutta e verdura sotto acqua corrente, per eliminare polveri e detriti vari.
  2. In una bacinella, aggiungete la quantità di acqua necessari a coprire tutta la vostra frutta e verdura e aggiungete qualche cucchiaino di bicarbonato di sodio. Per le dosi, sappiate che è sufficiente un cucchiaio pieno per ogni 5 litri di acqua usata.
  3. Lasciate a bagno per una decina di minuti.
  4. Successivamente, scolate e risciacquate la frutta e la verdura.

Per approfondimenti su come eliminare pesticidi, diserbanti, erbicidi e altri microrganismi dagli ortaggi e soprattutto su come scegliere alimenti davvero genuini, leggete il nostro articolo guida “come disinfettare frutta e verdura“.

Meglio lavare la frutta con acqua e bicarbonato di sodio o con prodotti specifici tipo Amuchina?

In commercio si trovano molti detergenti nati per il lavaggio di frutta e verdura. Spesso, l’impiego di questi prodotti non solo è inutile ma rischia di peggiorare le condizioni di salubrità dell’alimento.

Tra i prodotti più diffusi per lavare frutta e verdura segnaliamo l’Amuchina. Citiamo gli ingredienti contenuti nell’Amuchina, proposta per il lavaggio di frutta, verdura, ortaggi ma anche per disinfettare biberon e cucci dei bambini.

  • Ipoclorito di sodio (candeggina)
  • Cloruro di sodio (sale da cucina)
  • Sodio idrato (soda caustica)
  • Sodio tetraborato decaidrato (borace)
  • Acqua

Vediamo che l’ingrediente più abbondante è l’ipoclorito di sodio. Sapete che cos’è? Si tratta della comune candeggina…. Davvero siete intenzionati a lavare frutta, ortaggi e verdure con la candeggina? Scommetto di no!

Prodotti come l’Amuchina per disinfettare frutta e verdura, cuccio e biberon possono essere utili durante un viaggio all’estero, per difendersi da parassiti e altri microrganismi pericolosi per l’uomo. Qui in Italia dobbiamo proteggerci “solo” dai pesticidi e, quando sono presenti sulla superficie degli ortaggi, sono facili da lavare via così come spiegato nel paragrafo precedente.

Per mangiare ortaggi e verdure genuine, considerate l’idea di coltivare un orto in balcone.

Qualche curiosità sul Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio può essere un efficace fungicida nei confronti di alcuni organismi. Inoltre, poiché il bicarbonato di sodio in grado di assorbire gli odori di muffa, il suo impiego rappresenta un metodo affidabile per i venditori di libri usati per eliminare la puzza di muffa e di umidità dai libri.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra lecerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 9 novembre 2016