Lamponi: coltivazione e consigli

lamponi coltivazione

Lamponi: coltivazione e difesa dalle malattie più comuni. Come coltivare le piante di lampone e ottenere raccolti abbondanti. Consigli utili, dalla messa a dimora al raccolto.

Lamponi: coltivazione

E’ possibile coltivare piante di lampone in vaso o in piena terra. Certo, se la coltivazione del lampone è in vaso bisogna ridurre le aspettative in termini di raccolto. Sebbene le piante di lampone abbiano un portamento arbustivo, con le giuste precauzioni, è possibile coltivarle anche in vaso.

Coltivare i lamponi

Il suo nome scientifico è Rubus idaeus e, le varietà che si trovano in commercio, si possono suddividere in due grosse famiglie: rimontanti e non rimontanti. Perché importante capire questa distinzione? Perché in base al tipo di pianta di lampone acquistata potrai capire quali rami recidere al momento della potatura.

I lamponi rimontanti fioriscono da agosto a ottobre e poi, sugli stessi rami, tra giugno e luglio dell’anno successivo. In questo caso, con la potatura non vanno eliminati i rami vecchi. I lamponi non rimontanti, invece, produce frutti tra giugno e luglio sui novi rami.

Se intendi coltivare piante di lampone in vaso, assicurati di acquistare un vaso dalle dimensioni adeguate: un diametro di circa 40 cm per pianta andrà bene. Se vuoi coltivare più piante di lamponi, puoi usare una fioriera, in questo caso dovrai lasciare 45 cm di spazio tra una pianta e l’altra.

Come piantare i lamponi

Se hai comprato una pianta di lamponi da coltivare in giardino, dovrai scavare una buca profonda almeno 50 cm. Sul fondo della buca assicurati di aggiungere del composto e, prima della messa a dimora, bagna le radici della pianta.

Terriccio

Le piante di lampone necessitano di un terreno fertile abbastanza acido. Acquista del terriccio specifico oppure arricchisci il terriccio universale con torba e compost ben maturo. Questa miscela ti sarà utile sia se vuoi coltivare lamponi in vaso, sia se vuoi avviare la coltivazione di lamponi in giardino e vuoi migliorare la qualità del suolo. Come? Al momento della messa a dimora, riempi la buca con la miscela di terriccio appositamente formulata e mescolata a una parte del terreno dello scavo.

Lamponi: coltivazione e cura

Nella coltivazione dei lamponi sono fondamentali due fattori:

  • Potatura e cimatura
  • Cura dalle malattie

Quando la pianta ha prodotto i suoi frutti rossi, i rametti che seccano vanno potati insieme ai polloni più deboli, ai rami malati e ai rami danneggiati. E’ fondamentale raccogliere lamponi ogni giorno per evitare la muffa grigia che può diffondersi facilmente compromettendo l’intero raccolto.

Nella coltivazione dei lamponi, infatti, un grosso limite è legato proprio alla muffa grigia che colpisce i frutti rendendoli immangiabili. La botrite (o muffa grigia) può essere contrastata con trattamenti preventivi.

Botrite o muffa grigia

Come curare una pianta di lampone colpita da muffa grigia?
Quando i lamponi si ricoprono di muffa, è importante porsi alcune domande, forse stai sbagliando qualcosa!

  • Le piante sono distanziate almeno 40 – 50 cm l’una dall’altra?
  • C’è altra vegetazione che impedisce un buon arieggiamento?
  • Il suolo crea ristagni idrici?
  • Le piante sono soggette a stress legate a una potatura eccessiva?
  • Stai esagerando con le irrigazioni?
  • Le piante di lampone sono poste all’ombra?

La botrite, infatti, è una malattia fungina che si diffonde più facilmente in ambienti umidi e fitti di vegetazione, con clima temperato. La muffa grigia nei lamponi va gestita mediante attente pratiche agronomiche che ti descriveremo nel paragrafo dedicato alle cure da dedicare alla coltivazione lamponi.

In caso di malattia in corso, essa può essere contrastata mediante fungicidi tipo “Boscalid” o, ancora meglio, con “karma 85” ammesso in agricoltura biologica e a base di bicarbonato di potassio all’85%.  Non solo blocca la malattia in corso ma, con diluizioni maggiori, può essere applicato anche su piante sane per prevenzione.

Piante di lamponi: cure

Le cure sono tutto nella coltivazione di lamponi. Come coltivare lamponi?

  • Esegui una potatura invernale per eliminare i rami secchi e morti e una potatura estiva.
  • Elimina i rami bruciati dei polloni infetti (in caso di malattie).
  • Evita di concimare con fertilizzati eccessivamente ricchi di azoto come il letame, i concimi universali o i concimi orticoli. Usa un concime specifico ad alto tenore di potassio.
  • Usa la microirrigazione per prevenire malattie, risparmiare acqua e avere raccolti saporiti.
  • Non lasciare che le erbe infestati popolino eccessivamente sul suolo dove crescono le piante di lampone. Le erbe non devono mai superare i 20 cm di altezza dal suolo.
  • Un telo di nylon è utile per evitare che i lamponi si bagnino in caso di forte umidità e di piogge frequenti.

Tra i concimi specifici segnaliamo il solfato di potassio. Dove comprarlo? Nei garden center, presso i consorzi agrari o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, una confezione di solfato di potassio da 1,25 kg è proposta al prezzo di 18,28 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo. E’ utile per tutto le piante che temono il freddo.

Per tutte le informazioni sul concime per lamponi ti rimando alla pagina: Vitax fertilizzante di potassio

 

Pubblicato da Anna De Simone il 2 Giugno 2019