Laboratorio creativo: niente spreco, tutto arredo

laboratorio creativo

Laboratorio Creativo è il luogo dove prendono vita, anzi ri-prendono vita i materiali considerati oramai in disuso. Come laboratorio, si occupa di creare articoli di decorazione e complementi di arredo, ma solo come laboratorio creativo lo fa concentrando tutte le proprie energie innovative e fantasiose per riciclare, trasformate e riutilizzate tutto ciò che, di default, finirebbe nella spazzatura. Con risultati sorprendenti, e la creatività non ha mai fine.

1) Quando è nato laboratorio creativo? Come è nata l’idea?
Laboratorio Creativo by All – Pro è nato a dicembre 2013, dopo un periodo di difficoltà della nostra azienda di famiglia che opera nel campo della progettazione e allestimento di arredi su misura. Nel 2012, colpiti come molti dalla crisi, abbiamo colto l’occasione per diventare un laboratorio creativo, dove sperimentare tecniche di lavorazione su nuovi e diversi materiali. La crisi ci ha dato lo spunto ed è arrivata l’idea di aprire un piccolo laboratorio creativo artigianale dove diamo nuova vita a vecchi oggetti, recuperandoli, riciclandoli e ri-modernizzandoli.

2) Qual è la mission a cui si lavora nel Laboratorio Creativo?
Diffondere la nostra tradizione artigiana, la nostra creatività, e dare spazio allo stesso tempo alla creatività di tanti artisti e hobbisti che cercano una vetrina per farsi conoscere, sempre all’interno del nostro Laboratorio Creativo. Ogni prodotto artigianale, hand-made, può diventare un sistema di relazioni e di collaborazioni, uno scambio continuo di esperienze culturali, sociali e lavorative. Si tratta di laboratorio creativo non solo di oggetti, ma di idee. Collaboriamo con aziende anche per la ricerca di materiali da riciclare:  ne vogliamo conoscere la storia, la provenienza, ci confrontiamo su come riutilizzare e riciclarli.



3) Quali sono i prodotti che escono dal vostro Laboratorio Creativo?
Quotidianamente creiamo complementi di arredo e oggetti per la casa con materiali di recupero. Da un cerchione di bicicletta, sorretto da coltelli da cucina, abbiamo ricavato una lampada da tavolo. Un pezzo di legno, decorato con tecniche shabby e decapè, con una decina di vasetti di omogeneizzati, è diventato una mensola porta-spezie. Ora nel laboratorio creativo stiamo lavorando con copertoni in gomma che diventeranno fioriere e altalene per bimbi, e con bancali che abbiamo convertito in portabottiglie e orti verticali.

4) Quali materiali utilizzate?
Legno, vetro, carta, pizzi, sughero, barattoli in latta, cerchioni di bicicletta, bancali sono le nostre materie prime. Inoltre molti nostri clienti portano nel laboratorio creativo vecchi oggetti che ritrovano nelle loro soffitte o garage e ci chiedono di inventare qualcosa. Cosi lavoriamo anche su commissione: definiamo coi i nostri clienti come poter riutilizzare l’oggetto che vorrebbero invece buttare, concordiamo insieme il rivestimento, i colori e ci mettiamo all’opera per recuperarlo.

5) In futuro ci sono materiali o tecniche che volete esplorare?
Di sicuro. In ogni casa, in ogni luogo, in ogni fabbrica, ci sono tantissimi materiali e oggetti che sono destinati ad essere e diventare rifiuti, noi li vogliamo accogliere nel nostro laboratorio creativo, invece. Non ci poniamo limiti perché la creatività non ne ha.

6) Oltre al vostro laboratorio creativo, come azienda in sé quali accorgimenti green avete assunto?
La All – Pro sas lavora nella progettazione in 3d di arredi su misura, quindi non abbiamo “sprechi” e giacenze di materiali, evitiamo la stampa nel presentare al cliente i nostri concept. Sono inoltre un consulente Feng Shui e mi piace trasmettere alla gente la pratica del decluttering: fare spazio liberandosi degli oggetti inutili. Invece di buttarli in discarica, perché non pensare a come rivisitarli e trasformarli in altri oggetti utili? Ecco che poi c’è il laboratorio creativo.

7) Se doveste fare un appello al riuso anche ai più testoni, come suonerebbe?
Le nostre case sono sovraccariche. Se tutti imparassimo a concepire le cose inutili, vecchie, rotte, non più alla moda come possibili risorse, invece che come rifiuti, allora riciclare diventerebbe un piacere. Tutti possono essere, in piccolo, un laboratorio creativo, quotidiano, per migliorare l’ambiente che ci circonda.

Ti potrebbe interessare Decluttering 

Pubblicato da Marta Abbà il 14 aprile 2014