5 itinerari in bici in Lombardia

itinerari in bici in Lombardia
5 itinerari in bici in Lombardia –
La mobilità dolce si sta facendo sempre più strada nelle abitudini della nostra quotidianità, a tutto vantaggio dell’ambiente e della nostra stessa salute. Il termine “mobilità dolce” si coniuga alla perfezione con l’idea di conoscere il nostro territorio e le sue straordinarie bellezze usando mezzi alternativi. Non solo a piedi o a cavallo ma anche in bicicletta, lungo itinerari di grande pregio naturalistico.

La Lombardia è una Regione che offre diverse opportunità a chi ama muoversi pedalando su due ruote. In questo articolo andremo allora alla scoperta di cinque itinerari in bici in Lombardia.



Itinerari in bici in Lombardia

Per chiunque ami muoversi in bicicletta, la Lombardia è una terra che si dimostra piuttosto attrezzata, fornendo una serie di percorsi ciclabili che collegano le diverse aree della Regione. Le possibilità sono numerose. Noi concentreremo l’attenzione su cinque itinerari in particolare. Iniziamo il nostro viaggio a ritmo slow.

Ciclabile Val Camonica

Come il nome stesso evidenzia, questo itinerario ciclabile si inoltra nella valle Camonica, snodandosi parallelamente al fiume Oglio. La ciclabile Val Camonica è difatti un tratto della più ampia ciclovia dell’Oglio che parte dal passo del Tonale e termina sulle sponde del Po, a San Matteo delle Chiaviche.

L’itinerario della Val Camonica, più nello specifico, ha una lunghezza di 38 chilometri e rappresenta uno dei tratti più pedalabili della ciclovia dell’Oglio. Con partenza da Pisogne sul lago di Iseo e arrivo a Capo di Ponte, il percorso è fattibile per l’intera famiglia, anche per i bambini ma solo se non sono troppo piccoli.

Vari tratti della ciclabile coinvolgono strade secondarie di campagna, strade agrosilvopastorali e aree poco trafficate, permettendo di immergersi nella natura ma anche in zone ricchi di reperti archeologici.

Potrebbe interessarti il nostro articolo correlato: Ecoturismo in Lombardia, 5 luoghi da scoprire

Ciclovia Valganna

La ciclovia Valganna è una ciclabile che collega Italia e Svizzera costeggiando il lago di Ghirla e il lago di Lugano. L’itinerario, decisamente suggestivo, si snoda lungo un’antica tranvia che collegava da inizio Novecento al 1955 Varese con Ponte Tresa.

ll percorso si muove in parte su una pista ciclabile protetta, in parte su strade locali poco trafficate. All’andata la Ciclovia Valganna è in piano e in discesa, mentre il ritorno presenta un tratto in pendenza. La partenza è dalla chiesa di Ganna, a 12 chilometri da Varese.

Il percorso è interessante tanto per la ricchezza sotto il profilo ambientale quanto perché consente di attraversare antichi borghi ricchi. Tra questi meritano particolare attenzione Badia di San Gemolo a Ganna del XII secolo, il Parco dell’Argentera a Gaggio e, oltrepassato il confine, i paesi di Lavena e di Caslano.

Ciclabile della Val Brembana

La Ciclabile della Val Brembana percorre completamente l’ex sedime della ferrovia della valle Brembana. Si tratta di un itinerario unico nel suo genere, perché permette di attraversare gallerie scavate direttamente nella roccia e ben illuminate.

La Ciclabile della Val Brembana ha come punto di partenza Zogno e si conclude a Piazza Brembana. Gran parte del suo tracciato è adeguatamente segnalato. Risulta quindi facile da percorrere senza perdere la direzione giusta.

In tre brevi tratti l’itinerario si trova su strada. Mentre si pedala si ha l’opportunità di ammirare diverse centrali idroelettriche, costruite negli anni ’30. La ciclabile è perfetta anche nei mesi estivi in considerazione della frescura assicurata dalla parte alta della valle.

Pista ciclabile del Lago di Varese

La pista ciclabile del Lago di Varese è un percorso ciclo-pedonale che si allunga per ventisette chilometri. Adatto anche alle famiglie con bambini, l’itinerario è in gran parte pianeggiante e si snoda dai prati al Lago di Varese con le Alpi che fanno cornice. Presentando diversi frequenti dislivelli, la pista ciclabile del Lago di Varese richiede preferibilmente l’utilizzo di una bici dotata di cambio.

Cicloturismo in Lombardia

Il percorso ad anello parte da Buguggiate. Lungo il tragitto vale la pena lasciare momentaneamente la pista ciclabile per raggiungere l’abitato di Cazzago Brabbia dove è possibile conoscere da vicino le antiche “ghiacciaie”, dei curiosi edifici circolari usati un tempo per conservare il ghiaccio.

Ciclovia del lago di Comabbio

Questa ciclovia è un itinerario ad anello di circa dodici chilometri, adatto anche a famiglie con bambini. Il percorso dà l’opportunità di ammirare bellissimi scorci sul lago di Comabbio, specchio lacustre di origine glaciale in Provincia di Varese. Tra le aree più interessanti dell’itinerario si segnalano un’oasi naturalistica e la zona umida nella parte meridionale del lago, in cui sono stati rinvenuti dei resti di palafitte.

La Ciclovia del lago di Comabbio è anche collegata al lago di Varese con una diramazione di quattro chilometri che si snoda accanto alla Riserva Naturale della Palude Brabbia, una torbiera bassa pedemontana di origine post-glaciale, divenuta Oasi LIPU dal 1994.

Potrebbe interessarti il nostro articolo correlato: Cicloturismo, consigli ai viaggiatori

Muoversi in bici in Lombardia

Quelli che vi abbiamo presentato sono solo alcuni dei tanti itinerari in bici percorribili in Lombardia. La Regione custodisce infatti in totale oltre 4.000 chilometri di percorsi ciclabili, suddivisi in più di cento itinerari, che uniscono le città d’arte ai laghi, le zone montane alle vie d’acqua. Un piccolo paradiso per chi ama questa forma di mobilità lenta che permette di assaporare uno stretto contato con angoli di territorio di assoluta bellezza.

Molte apprezzate da chi si muove in bici sono anche le Vie d’Acqua che su prestano a pedalate svolte in giornata ma, in taluni casi, anche a escursioni che si prolungano su più giorni. È il caso ad esempio di itinerari quali la Ciclovia dell’Adda, la ciclovia della Valle Seriana, la ciclovia del Lambro, la ciclovia dell’Olona e quella del Mincio.

Imperdibili sono inoltre le varie proposte che si snodano lungo il noto Naviglio. Tra i percorsi più conosciuti e apprezzati ricordiamo gli itinerari lungo il Naviglio Grande, il Naviglio Pavese e il Naviglio della Martesana.

Per conoscere da vicino e nei dettagli tutti i possibili itinerari in bici in Lombardia, la Regione ha creato un sito dedicato a chi ama muoversi in bici. Lo spazio virtuale, intitolato “Lombardia in bicicletta“, offre anche una mappa interattiva che riassume i diversi tragitti percorribili in modalità slow nell’intero territorio regionale.

Pubblicato da Evelyn Baleani il 25 Maggio 2021