Cicloturismo, consigli ai viaggiatori

cicloturismo

Cicloturismo: informazioni e itinerari per chi ha voglia di viaggiare in bicicletta. Cicloturismo in Italia e consigli avi pedalatori. 

Quello del cicloturismo è un fenomeno che si sta consolidando in tutto il mondo, in particolare in Europa. Stando a uno studio condotto dal Parlamento dell’UE nel 2012, si stima che il cicloturismo produca un giro d’affari superiore ai 44 miliardi di euro con più di 20,4 milioni di pernottamenti.

I popoli più assidui cicloturisti sono soprattutto dell’Europa centro-settentrionale: Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Svizzera e Olanda. L’Italia non è tra i più appassionati del cicloturismo ma questo fenomeno ha una certa risonanza anche da noi, sono sempre più numerose le strutture ricettive che, per ospitare i cicloturisti, adibiscono un locale chiuso proprio per custodire le biciclette che, in alcuni casi, arrivano a costare anche svariate migliaia di euro.

Chi è il cicloturista?

Parliamo di turisti che partono in sella alla propria bicicletta seguendo “vie ciclabili” già segnalate e attrezzate oppure di turisti che viaggiano con mezzi convenzionali (auto, treno, in volo…) e portano con sé la propria bici o chiedono di disporre di una bicicletta in loco per poi visitare i luoghi limitrofi a pedali.

Cicloturismo in Italia

Il cicloturismo in Italia può contare sulle tre ciclovie internazionali del progetto EuroVelo. Le ciclovie d’Italia del progetto EuroVelo (EV) sono:

EV 5 

La Romea Francigena che arriva a vollegare Londra con Roma e Brindisi. Questa ciclovia, nel territorio italiano, conta circa 2.300 km e passa per la Lombardia, la Liguria, l’Emilia Romagna, la Toscana, il Lazio, la Campania, la Basilicata e la Puglia.

EV 7

L’EuroVelo 7 è la ciclovia che collega Capo Nord con Malta, è anche detta Strada del Sole e conta 3.000 km su territorio italiano. Questo percorso passa per il Trentino-Alto Adige, il Veneto, ancora la Lombardia, l’Emilia Romagna, la Toscana, l’Umbria, il Lazio, la Campania, la Basilicata, la Calabria e la Sicilia.

EV 8

La ciclovia EV8 è soprannominata Strada Mediterranea. Collega Gibilterra con Atene e Cipro. Sul territorio italiano si svolgono ben 1.300 km che passano per la Liguria, il Piemonte, la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

In totale, il cicloturismo in Italia può contare su  6.600 vie ciclabili già segnalate e pronte per essere percorse in bicicletta.

Primo approccio al cicloturismo

Chi vuole avvicinarsi per la prima volta al cicloturismo può farlo a “piccole dosi”. Per le prime volte può partecipare a visite cicloturistiche guidate, dove un operatore spiegherà, lungo il percorso, natura, paesaggi e storie della destinazione. Prima di partecipare a programmi del genere, assicuratevi che la guida cicloturistica segui le norme regionali. Non necessariamente bisogna possedere una bici da touring per partecipare a questi eventi: spesso, l’organizzatore mette in conto la possibilità di noleggiare una bici più o meno performante in base alle esigenze dell’utente.

I siti internet consigliati per saperne di più sul tema del cicloturismo e cicloturismo in Italia sono:

  • fiab-onlus.it
    il portale della federazione italiana amici della bicicletta.
  • bikeitalia.it
    un sito per tutti gli appassionati del cicloturismo e della bicicletta più in generale. Vi consigliamo di visitare la sezione dedicata agli itinerari cicloturistici italiani, dalla ciclovia del volturno fino alla pista ciclabile Romana da Passau ad Enns. Rimini in bicicletta con la ciclabile della Val Marecchia.
  • piste-ciclabili.com
    Il sito dedicato agli itinerari cicloturistici italiani suddiviso per Regione o nome della ciclovia. Il sito raccoglie all’incirca 8.600 km di itinerari da percorrere in bicicletta.
  • italybikehotels.it
    Non solo cicloturismo, il portale è dedicato agli amanti della bicicletta. Dal ciclismo e triathlon fino più recente downhills… La pagina dedicata al cicloturismo non manca di itinerari da portare a termine con la sezione “offerte”.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 27 settembre 2015