Impianto climatizzazione canalizzato: caratteristiche, pro e contro!

impianto-condizionatore

L’impianto climatizzazione canalizzato è un particolare modello di impianto di aria condizionata, che può diffondere il fresco in tutta la casa attraverso dei “canali” presenti nel controsoffitto.

Così come nei modelli tradizionali, anche in questo caso sono presenti un’unica esterna e una macchina interna, ma lo split è uno solo: da questo sistema l’aria refrigerata sarà trasportata in tutta la casa mediante una canalizzazione di tubazioni termoisolate, che terminano in griglie di mandata e di ripresa dell’aria.

Naturalmente, le canalizzazioni sono provviste di appositi filtri anti-inquinamento e anti-polline, permettendo così la massima salubrità degli ambienti.

Ma quali sono i pro e contro dell’impianto di aria condizionata canalizzata?

Cominciamo con i vantaggi!

Vantaggi dell’impianto climatizzazione canalizzato

Il beneficio più importante dell’impianto climatizzazione canalizzato è sicuramente di natura estetica, considerato che questo sistema  ben si adatta, con il suo minimalismo, a ogni ambiente. Non c’è infatti l’ingombro di una unità a parete in ogni stanza che si intende raffrescare, e dunque non ci sono degli sgradevoli impatti.

Al posto  delle unità interne sarà sufficiente realizzare un controsoffitto in cui far passare le canalizzazioni: per alcune persone il controsoffitto potrebbe peggiorare comunque l’impatto ambientale, ma in realtà è un ottimo modo per poter personalizzare la propria casa.

Un altro vantaggio particolarmente gradito a tutti i proprietari di casa che decideranno di installare questo genere di impianto è evidentemente rappresentato dai ridotti consumi energetici. Le bollette dovrebbero trovarne giovamento, considerato che rispetto a un impianto con split di identiche dimensioni i consumi sono piuttosto contenuti: qui abbiamo per esempio parlato di quanto costa in bolletta il consumo del condizionatore.

Non ti basta? C’è almeno un altro motivo di vantaggio: un buon impianto di climatizzazione canalizzata è infatti molto più  silenziosa dei moderni tradizionali sistemi di condizionamento dell’aria.

Insomma, tanti vantaggi che ti consigliamo di valutare con attenzione se hai intenzione di poter realizzare un nuovo impianto di condizionamento domestico, e soprattutto se hai un’abitazione particolarmente ampia, o che si sviluppa su più livelli, dove è ben più difficile climatizzare adeguatamente ogni stanza.

Svantaggi dell’impianto climatizzazione canalizzato

Come ogni scelta caratterizzante il comfort domestico, anche l’impianto climatizzazione canalizzato presenta alcuni lati di particolare attenzione che dovresti valutare volta per volta.

Per esempio, è ben noto che l’impianto di climatizzazione canalizzato ha dei costi che sono maggiori rispetto a quelli che dovresti affrontare per poter installare un ordinario e tradizionale impianto di condizionamento. C’è tuttavia un bel contrappeso nell’altro piatto della bilancia: il fatto che i consumi di questo impianto sono più ridotti rispetto a quello con split interni, dovrebbe permetterti di essere “ripagato” nel medio periodo.

Il secondo punto che generalmente viene individuato come svantaggio è legato al fatto che l’installazione di questo tipo di impianto è piuttosto invasiva, con opere di muratura non certo sottovalutabili, e che di norma sono integrabili solo in un computo metrico in fase di costruzione o di ristrutturazione.

Esistono poi alcuni aspetti tecnici che dovresti comunque cercare di tenere a mente.

Per esempio, il fatto che vi sia un unico motore, fa sì che in caso di rottura, si fermi l’intero impianto. Ancora, le manutenzioni di questo impianto sono generalmente più costose, così come le operazioni di pulizia sono più complesse. È poi possibile che se hai in casa un contatore elettrico da 3 kW, standard, questo non sia sufficiente per poter alimentare correttamente tutto l’impianto.

Infine, c’è un tema molto importante sul quale vogliamo soffermarci per qualche istante: il fatto che l’aria condizionata sia erogata in tutta la casa, senza distinzione alcuna. Pertanto, tutte le stanze, anche quelle in cui non si vorrebbe l’aria raffrescata, finiranno con l’avere una temperatura simile: potrebbe essere una seccatura, se magari non vuoi condizionare la stanza da letto tua o dei tuoi bimbi.

Ad ogni modo, c’è una soluzione. Puoi installare delle serrande motorizzate sulle bocchette, chiudendole a piacimento a seconda delle esigenze di canalizzazione dell’aria: il costo di questo mini accessorio è piuttosto contenuto, e ti consigliamo vivamente di installarlo.

Insomma, speriamo che con questi brevi suggerimenti tu abbia tutti gli elementi opportuni per poter effettuare una scelta più consapevole del tuo nuovo impianto di aria condizionata domestica.

Naturalmente, considerato che ogni scelta dovrà essere effettuata caso per caso, il nostro suggerimento finale non potrà che essere quello di parlarne con un installatore esperto e qualificato, che potrà effettuare una consulenza specifica sulla base delle esigenze del vostro appartamento.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 Settembre 2019