Il primo traghetto elettrico del Mondo

I traghetti bruciano molto carburante, solcano i mari e inquinano l’ambiente. In Norvegia i giorni dei traghetti inquinanti sono finiti per lasciare spazio a un traghetto elettrico che solcherà le acque norvegesi a partire dal 2015. Il traghetto elettrico può ospitare 360 passeggeri e 120 automobili. Sarà gestito dalla società di navigazione Norlend e attraverserà i fiordi norvegesi a partire da Sognefjord.

Mentre per l’industria automobilistica i tempi di ricarica possono rappresentare un problema, per il trasporto marittimo no! Il traghetto elettrico si ricarica in soli dieci minuti, la batteria può spingere il motore elettrico a una velocità di 10 nodi in condizioni meteorologiche normali. Per garantire questi tempi di ricarica così ridotti, il traghetto elettrico è stato realizzato con materiali molto leggeri come l’alluminio.

Quando si parla di mobilità elettrica la Norvegia può insegnare molto, dal 2015 i concessionari norvegesi potrebbero vendere solo auto elettriche e ibride (leggi questo articoli). Solo nell’appena passato 2012, in Norvegia, sono state vendute oltre 10.000 auto elettriche. Vi sono più di 3.500 posti di ricarica e 100 stazioni a ricarica rapida. Insomma, la piccola Norvegia sembra essere proprio la patria della mobilità elettrica dall’asfalto al trasporto marittimo.

Come mai la mobilità elettrica è così diffusa in Norvegia?
La ragione per la quale i norvegesi scelgono le vetture elettriche alle auto convenzionali è semplice, il prezzo. Se per noi italiani è impensabile acquistare un’auto elettrica a causa dell’alto prezzo, per i norvegesi il discorso cambia. Grazie all’intervento del governo, la Norvegia può contare su una mobilità più sicura e pulita; tanto per iniziare, il governo non impone tasse sull’importazione di veicoli elettrici e poi ci sono gli incentivi che rendono il prezzo delle auto elettriche ancora più competitivo. E’ per questo che in Norvegia la Nissan Leaf è al tredicisimo posto dei veicoli più venduti e anche il numero di prenotazioni per la Testla S è in netto aumento!

Pubblicato da Anna De Simone il 13 gennaio 2013