Idee Portachiavi fai da te

Abbiamo già visto alcune simpatiche idee per costruire portachiavi fai da te riciclando tappi di sughero e vecchie stoffe. In questo articolo vedremo altre idee per portachiavi fai da te!

Per le nostre idee vi proponiamo di utilizzare esclusivamente materiali da recupero. Iniziamo con qualcosa di molto facile come i tappi di bottglia. I tappi di plastica possono essere riciclati in modo creativo con la realizzazione di portachiavi fai da te, cosa occorre?

GUARDA LE FOTO DEI PORTACHIAVI FAI DA TE

Tappi di plastica
Anelli per portachiavi
Chido 11 e martello (il martello non è strettamente necessario)
Nastrini, lana, filo…
Perline, bottoni…
Colla a Caldo
Accendino e pinze

Bucate due tappi esattamente al centro. Per farlo potete utilizzare il chiodo escandescente -reggetelo con le pinze per non scottarvi-, oppure il chiodo con il martello. Prendete il nastrino e fatelo passare per il foro. Lavorate ancora con il nastrino (o la lana o il filo!) e fermatelo con un nodo che non si noterà perché fermo sotto la concavità del tappo. Fate lo stesso con l’altro tappo fino a ottenere le due concavità di faccia. Fissate i due tappi con della colla a caldo. Utilizzate perline, bulloni e bottoni per abbellire il vostro portachiavi realizzato con i tappi. Per rendere meglio l’idea, vi consigliamo di guardare la galleria fotografica!

L’idea migliore per la realizzazione di un portachiavi fai da te è stata sugerita da “Italida Photography”, non a caso, per costruire il portachiavi è stato utilizzato un vecchio rullino fotografico, il risultato è sobrio, originale e decisamente di gusto! Vediamo cosa occorre:

Rullino già sviluppato (se non sapete come procurarvelo, andate dal vostro fotografo di fiducia e fatevene regalare uno!)
Anello per portachiavi
Carta e Attack

GUARDA LE FOTO DEI PORTACHIAVI FAI DA TE

Fate aderire la catena dell’anello a una piccola pallina di carta nera. Prendete la pallina di carta (già adesa alla parte terminale della catena dell’anello) e immergetela nell’attack. Fissate la pallina nella parte superiore del rullino. Per farlo aiutatevi con un vecchio pastello o uno stuzzicadenti abbastanza lungo, non utilizzate le dita per evitare di “appiccicarle” al rullino. Anche in questo caso vi consigliamo di prendere visione della galleria fotografica!

Chi ha una certa dimestichezza con ago e filo, può provare a realizzare un portachiave con pannolenici. A questo link un tutorial fotografico.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 novembre 2012