Termosifoni non scaldano, cosa fare

termosifoni non scaldano

Cosa fare se i termosifoni non scaldano gli ambienti domestici. Consigli pratici e fai da te per migliorare il sistema di riscaldamento domestico.

Quando il freddo si fa sentire c’è bisogno di riscaldare casa in modo efficiente e senza sprecare energia preziosa. Per migliorare il comfort dentro le quattro mura, la prima cosa da fare è puntare all’isolamento termico.

Una casa ben coibentata è la prima garanzia per risparmiare sulla bolletta del gas e sulla spesa elettrica legata al raffrescamento estivo. Da quanto tempo non intervenite sulla muratura e non sostituite gli infissi? L’involucro edilizio, se molto umido, renderà difficile il lavoro dei termosifoni e così questi potrebbero risultare inefficaci, pur bruciando tanto metano!

In determinate circostanze i termosifoni potrebbero non funzionare nel massimo della loro efficienza. A tal proposito vi illustriamo cosa fare se i termosifoni non scaldano come dovrebbero. Con qualche accorgimento avrete una casa più calda e sarete in grado di affrontare meglio l’inverno.

I termosifoni si scaldano per metà

Può succedere che pur accendendo la caldaia correttamente, i caloriferi disposti nelle varie stanze non si riscaldano e restano freddi, tiepidi o si scaldano solo a metà.

Quando i termosifoni si riscaldano solo a metà, cioè quando una parte del calorifero rimane fredda o tiepida e solo la parte bassa è calda, non vi preoccupate! Questa circostanze è del tutto normale. Se avete impostato una determinata temperatura, quando il termostato registra che quella temperatura è stata raggiunta, lo comunica alla caldaia che inizia a erogare meno potenza. In queste circostanze, è normale vedere che solo la parte bassa del termosifone (o solo la parte alta) resta calda mentre il resto è freddo. Si tratta di un meccanismo del tutto normale per consentire un riscaldamento costante degli ambienti.

Se la temperatura impostata non è stata raggiunta e il termosifone è caldo solo per metà, potrebbero esserci problemi al termostato.

I termosifoni non scaldano, cosa fare

Per prima cosa, assicuratevi di avere acceso il timer di riscaldamento della caldaia e di aver impostato correttamente il valore della temperatura per il riscaldamento. E’ bene ricordarsi che la temperatura per il riscaldamento domestico si imposta in modo separato da quella per il riscaldamento dell’acqua. Detto ciò, posizionate la temperatura di riscaldamento a circa 60 °C.

Aspettate circa una mezz’ora, per dare il tempo all’acqua calda di entrare in circolo nei termosifoni e quindi di riscaldare le piastre.

Pressione caldaia troppo bassa o troppo alta, cosa fare

Se non dovessero comunque riscaldarsi, tornate alla vostra caldaia e controllate la pressione dell’acqua dell’impianto attraverso l’ago di pressione. Se risulta inferiore a 2 bar, cercate la leva di pressione dell’acqua, che dovrebbe trovarsi nella parte inferiore della caldaia.

Aprite la leva leggermente, fino a visualizzare non più di 2 bar di pressione: non dimenticate di chiudere bene la leva non appena raggiunta la pressione di 2 bar.

Se per un’anomalia dovesse succedere di riscontrare una pressione eccessiva (l’ago di pressione è al massimo), cercate il rubinetto che trovate sotto la caldaia. In genere si tratta di un rubinetto di colore rosso, serve a scaricare la pressione dell’acqua.

A questo punto aprite il rubinetto, facendo attenzione alla pressione dell’acqua bollente, in questo modo vedrete immediatamente calare l’ago di pressione.

Come sfiatare i termosifoni

Un inconveniente che capita spesso, è quello della formazione di bolle d’aria all’interno delle tubazioni e dei termosifoni. Per evitare che i termosifoni non si scaldino, è consigliabile sfiatare i termosifoni periodicamente.

Se le piastre dei termosifoni non si riscaldano e continuano a essere fredde, procuratevi un bicchiere vuoto e aprite il rubinetto di sfiato presente su ogni termosifone

Fate uscire l’aria e l’acqua e dopo pochi secondi sentirete riscaldare le piastre: ripetete l’operazione per tutte le piastre che non riscaldano.

Durante questo procedimento, fate attenzione a controllare sempre la pressione dell’acqua: deve risultare costante a 2 bar, tuttavia, durante l’operazione di sfiato termosifoni la pressione potrebbe scendere e quindi andrà aggiustata aprendo la chiave dell’acqua così come descritto nel precedente paragrafo. Se non avete mai eseguito lo sfiato dei caloriferi, seguite le istruzioni nella guida come sfiatare i termosifoni: come togliere l’aria dai termosifoni.

Se, dopo tutta questa procedura, i termosifoni continuano a non scaldare, sarà necessario consultare il tecnico della caldaia.

Cosa fare se i termosifoni non scaldano casa

Se le piastre dei termosifoni si riscaldano ma il calore prodotto non è sufficiente, probabilmente abitate in una casa ricca di dispersioni termiche. Come specificato in premessa, la coibentazione è l’arma vincente per una casa che consuma poco e garantisce il massimo comfort domestico.

In alcune circostanze i termosifoni non riescono a riscaldare casa, questo si verifica quando:

  • la casa è ricca di dispersioni termiche
  • il termosifone è installato a ridosso di una parete umida che affaccia all’esterno dell’abitazione
  • il termosifone è installato in prossimità di una finestra

In queste circostanze, per aumentare l’efficienza dei termosifoni è possibile installare un pannello riflettente. Si tratta di un un piccolo intervento di fai da te che può fare al caso vostro e migliorare il riscaldamento dei vostri caloriferi.

risparmiare gas termosifoni

Per questo fai da te non dovrete fare altro che installare dei pannelli termoriflettenti alle spalle dei termosifoni. Questo trucchetto vi aiuterà ad aumentare la quantità di calore distribuita nella stanza.

I termosifoni irradiano calore sia frontalmente che posteriormente. Il calore diffuso alle spalle è pressappoco sprecato, soprattutto se si tratta di muri perimetrali, in prossimità di finestre o peggio, muri umidi.

Tra i vari pannelli riflettenti, vi segnalo quelli Radflex perché si installano a incollaggio, si possono togliere facilmente e fanno bene il loro lavoro.

Questi pannelli termoriflettenti si trovano facilmente in commercio, nei negozi di termoidraulica o fai da te. Su Amazon, si comprano al prezzo di 26,51 euro con spese di spedizione gratuite. Per esperienza personale segnalo che questi prodotti “stagionali” (che servono solo in inverno) hanno un prezzo che può oscillare molto durante l’anno! Il costo specificato è riferito per la confezione da tre.

Per tutte le informazioni: Radflex, pannelli termoriflettenti.

Vi abbiamo segnalato questi pannelli riflettenti perché per l’installazione fai da te non è necessario smontare i termosifoni, tuttavia sentitevi liberi di scegliere il modello che più preferite tenendo conto delle vostre esigenze.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 agosto 2017