Grande Bovaro Svizzero: carattere e prezzo

gran bovaro svizzero

Grande Bovaro Svizzero, da immaginarsi come una sorta di versione grande di un già grande Bovaro del Bernese. Non sono identici, ma molto simili, e questa razza è veramente molto grande ma tremendamente buona.



E’ il più massiccio di tutti e quattro i bovari svizzeri e si distingue dal Bernese sia come carattere, come vedremo, sia perché ha il mantello a pelo corto e pesa almeno una decina di Kg in più. Siamo in Svizzera, quindi il nome si fa in tre: Grande Bovaro Svizzero ma anche Grosser Schweizer Sennenhund e Grand Bouvier Suisse. Per tradizione è un cane da sempre sfruttato per lo spostamento di grossi carichi o comunque in mansioni che richiedevano una forza fisica significativa come la sua. Come gli altri bovari, anche a lui veniva chiesto di badare al bestiame.

Grande Bovaro Svizzero: origini

Questa razza nasce da quella scomparsa, chiamata mastino alpino: gli esemplari di quest’ultima erano grandi molossi, nell’antichità tra i più apprezzati guardiani di mandrie, i Romani se li erano portati sulle Alpi durante le loro spedizioni. A rispolverare questa razza estinta dando vita poi al nostro Grande Bovaro Svizzero agli inizi del Novecento è arrivato il dottor Albert Heim: durante una mostra di Bovari del Bernese nel 1908 notando un esemplare particolarmente grande e con il pelo corto gli si accese una lampadina.

Arrivò, con grande passione, a catalogare la nuova razza. Non è stato immediato, prima nel 1912, è stato creato il “Club svizzero del grande bovaro svizzero”, lo standard è arrivato, ufficialmente dalla FCI, solo nel 1939. Oggi, oltre che in Svizzera, il Grande Bovaro Svizzero è diffuso anche anche in altri paesi europei, soprattutto in Germania, Austria, Paesi Bassi, Danimarca, ma sempre meno del “Bovaro del Bernese“è pochissimo allevato negli U.S.A. e in Inghilterra, in generale apprezzato come cane da compagnia. In mancanza di mucche e bestiame a cui badare, bada al genere umano, calmo e affidabile.

gran bovaro svizzero origini

Aspetto fisico

Il Grande Bovaro Svizzero è un molossoide, muscoloso e imponente, il suo fisico ispira senza dubbio forza e rispetto. Nulla lo fa sembrare aggressivo, però, anzi, ha l’aria mansueta, da bonaccione, ma non da “stupido”. Testa alta e modi fieri, manifesta una sicura padronanza di sé e della propria forza. Testa alta, e anche grande e potente, in proporzione al resto del corpo, e con orecchie di media grandezza, attaccate alte, e occhi color nocciola, molto dolci e particolarmente espressivi. Come tutti i bovari.

La struttura tutta è molto robusta senza troppo appesantire il profilo, il petto però è prominente, la coda è robusta anche lei, e piuttosto lunga. A proposito di pelo, quello del Grande Bovaro Svizzero è corto, a differenza del più “minuto” Bovaro del Bernese, ma analogamente di tre colori. Il fondo del mantello è il nero, con macchie bianche simmetriche sul muso, le zampe, il petto e la punta della coda, e poi ci sono le belle focature rossicce tra il bianco e il nero, immancabili, specialmente sopra gli occhi.

Grande Bovaro Svizzero: cuccioli

Perché i cuccioli di Grande Bovaro Svizzero raggiungano la maturità psicologica bisogna aspettare i tre anni circa, poi diventano meno giocherelloni e mostrano al 100% la loro vera tempra, eccezionale, e un equilibrio raro, direi invidiabile anche gran parte del genere umano.

Per quanto riguarda la crescita fisica, anche in questo caso è rapida e continua per circa tre anni: un periodo delicato in cui il cucciolo di Grande Bovaro Svizzero va seguito con particolari attenzione, soprattutto nell’alimentazione. Equilibrata e varia, mai troppo abbondante. Anche lo sforzo fisico va tenuto monitorato: non deve mai essere eccessivo durante la fase della formazione ossea, quindi nel primo anno.

gran bovaro svizzero cuccioli

Anche nei seguenti, il Grande Bovaro Svizzero non sarà mai un cane particolarmente sportivo. Forte ma non da far correre troppo. Gli va comunque assicurata una buona attività fisica perché sviluppi e mantenga la muscolatura, soprattutto per prevenire l’obesità.

Una volta adulto, il nostro ex cucciolo diventa, se maschio, alto 75 cm al garrese per un peso che può anche superare i 70 kg. Se femmina siamo a 68 cm come altezza al garrese, per un peso anche di 60 kg. Se vogliamo avere un’idea della massa animale, pensiamo a Cane Terranova e al Mastino Napoletano.

Grande Bovaro Svizzero: carattere

La fedeltà e l’attaccamento verso il padrone sono proverbiali e sono caratteristici di questa razza, forse un po’ più apparentemente fredda e riservata, rispetto al Bovaro del Bernese. Apparentemente. In verità è da escludere ogni tratto aggressivo e si può invece contare sul Grande Bovaro Svizzero come su un cane dal carattere aperto e giocoso. Questo vale sia nei confronti degli altri cani, sia delle persone.

Resta un animale potente e affatto stupido, per cui se si sente minacciato o se vede minacciata la sua famiglia, non esita a difendersi e farsi valere. In generale cerca sempre la compagnia del padrone e non solo per proteggerlo ma proprio perché non è un cane che sa stare da solo. Non più di un paio di ore, il suo è un bisogno quasi morboso di affetto e di compagnia umana. Questo non vuol dire che non sia anche un ottimo guardiano e che ami sgranchirsi le gambe in grandi spazi. Meglio se con lunghe passeggiate assieme al padrone.

gran bovaro svizzero carattere

Grande Bovaro Svizzero: allevamento

In Italia, dal sito dell’ENCI, risultano 4 allevamenti di Grande Bovaro Svizzero, due in Lombardia, elle province di Milano e Sondrio, uno in Piemonte, nei pressi di Cuneo, e il quarto in Veneto, nel padovano. Come razza quella del Grande Bovaro Svizzero non è difficile da allevare: è poco sensibile al gelo, il suo pelo ha bisogno solo di una breve spazzolata giornaliera per essere mantenuto lucido e pulito e, soprattutto, non necessita di enormi quantità di cibo. Sì, nonostante la mole, non è un cane ingordo.

Prima di prendere un Grande Bovaro Svizzero con noi, valutiamo anche che possa trovarsi bene nella nostra dimora, al di là dell’affetto con cui intendiamo accoglierlo. Come cane non tollera mai bene la vita in città, non è decisamente adatto alla vita in appartamento, anche se facilmente addestrabile, ha comunque delle dimensioni poco compatibili.

Grande Bovaro Svizzero: vita media

Come spesso accade per i cani grandi, la longevità non è assicurata: nel caso del Grande Bovaro Svizzero la vita media è di una dozzina di anni. Ha una salute abbastanza forte ma ci sono varie patologie a cui è “classicamente” soggetto, ed è meglio partire preparati. Tra i problemi più frequenti la displasia dell’anca e del gomito, di ordine genetico e facilmente eliminabili con un’attenta selezione. Il Grande Bovaro Svizzero può essere soggetto alla torsione dello stomaco, anche, ma come razza è considerata di quelle spesso e volentieri che godono di ottima salute.

Grande Bovaro Svizzero: prezzo

Un cucciolo di Grande Bovaro Svizzero può avere un prezzo che si aggira attorno al migliaio di euro. Dipende molto dall’area in cui lo stiamo cercando e anche dal fatto che ad oggi non è ancora molto noto e diffuso in Italia. Il sito dell’ENCI registra però un forte incremento di esemplari registrati nel 2015: ciò potrebbe portare a variazioni di prezzo, e prima ancora di numero di allevamenti che “adottano” questa razza.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 27 marzo 2016