Giacimenti Urbani, dal riciclo alla stampa in 3D

giacimenti urbani

Gli scarti che produciamo ogni giorno possono rappresentare ottime risorse e a metterlo in evidenza è l’iniziativa Giacimenti Urbani. Ecodesign, workshop di riciclo creativo, focus sui materiali organici e aperitivi a basso impatto ambientale. La sostenibilità dovrà caratterizzare ogni comportamento quotidiano, iniziando dalla cucina: all’evento non è mancato uno showcooking che ha mostrato come cucinare i cosiddetti “scarti alimentari”.

L’evento si è tenuto tra il 22 e il 24 novembre e ha contato oltre 2.500 presenze, niente male per essere la prima edizione. Si è svolto presso la Cascina Cuccagna di Milano dove i cittadini locali hanno dimostrato un forte interesse per le tematiche di sostenibilità ambientale in termini di riciclo, riutilizzo, riduzione e innovazione.

GUARDA LE FOTO DELL’EVENTO

Non è mancata una mostra intitolata “Design 100% recycle” sul riciclo creativo, un “Omaggio al compost” con i suoi materiali biodegradabili e compostabili, nonché uno stand capace di mostrare le ultime innovazioni più giovani: stampanti 3D capaci di produrre oggetti con bioplastiche.

Molte le aspettative di “Giacimenti Urbani”: nel capoluogo lombardo, la raccolta dell’umido rappresenta il 42,5 % dei rifiuti prodotti. I dati diffusi da AMSA sono chiari, ogni milanese conferisce in media 90 Kg di umido l’anno. Monaco, una delle città europee più virtuose ne raccoglie soltanto 50,9 Kg… è chiaro che la strada verso la sostenibilità è ancora tutta in salita e Milano è ancora agli inizi; altrettanto chiaro e palpabile è l’entusiasmo dei cittadini e la voglia di voler migliorare.

GUARDA LE FOTO DELL’EVENTO

In ambito dell’evento, è stato clamoroso il successo di +LAB, il laboratorio di stampa 3D in bioplastica del Dipartimento di Chimica del Politecnico di Milano che per le oltre 30 ore di apertura ha avuto un flusso incessante di pubblico, interessato a conoscere le grandi potenzialità offerte da questa nuova frontiera sostenibile della tecnologia. I pilastri concettuali alla base di Giacimenti Urbani sono semplici: ridurre il numero di rifiuti che ciascun cittadino produce, raccogliere correttamente ciò che va buttato, riciclare i materiali, riusare ciò che può essere ancora utile, ripensare, attraverso la ricerca, ciò che ancora non può essere riciclato, recuperare oggetti o materiali individuando nuove funzioni.

Foto | Aperitivo d’inaugurazione, cucina impatto zero –  di Anna Falciasecca

Pubblicato da Anna De Simone il 24 novembre 2013