Gatto Singapura: allevamento e prezzo

gatto singapura

Gatto Singapura, nato in viaggio, da Singapore verso gli Stati Uniti, da coppie di americani che hanno notato felini dalle forme piacevoli mentre erano in trasferta e hanno deciso di portarli a casa come souvenir per poi farne una razza.



Oggi il Gatto Singapura è infatti ufficialmente made in USA e continua ad essere allevato in pochi esemplari solo da un ristretto giro di appassionati. Ovviamente oltreoceano. Iniziamo a conoscerlo con immagini e racconti, un giorno arriverà anche qui assieme a tutto ciò che importiamo da lì.

Gatto Singapura: dimensioni

Si può tranquillamente catalogare tra le razze di taglia piccola quella del Gatto Singapura, spesso descritto come una lince in miniatura: pesa circa 2 Kg e mezzo e la corporatura è di ridotte dimensioni, appare un felino compatto ma non si può dire che il fisico sia tarchiato. Gli arti sono muscolosi, le zampette piccole e ovali, ben proporzionate con il resto del corpo, come lo è la testa: piccola e tonda.

Il collo abbastanza corto e muscoloso la collega al petto non sporgente ma tonico, dall’altra estremità del corpo spunta una lunga coda con una bella punta arrotondata.

Una particolarità simpatica del Gatto Singapura è la linea scura che gli contorna il naso, anche gli occhi hanno il contorno segnato, in marrone scuro, sono grandi e con una forma a mandorla che richiama Singapore. E sono sempre vrdi, di un verde magnetico. Le orecchie spuntano un po’ buffamente dal cranio, in parte per le dimensioni piuttosto grandi rispetto al resto, e poi perché restano dritte dritte.

gatto singapura

Gatto Singapura: caratteristiche

Proseguendo a descrivere il Gatto Singapura, accarezziamo il suo mantello, caratteristico perché focato con tigrature marroni su colore base avorio. E’ uno degli aspetti che lo rende riconoscibile e che ha colpito i suoi primi ammiratori, quelli che hanno fatto sì che diventasse una razza ufficiale. Oggi, ma da sempre, il Gatto Singapura è allevato esclusivamente nella varietà a mantello focato con le tigrature appena descritte, anche se sono ammesse tigrature sulle zampe.

Corto e molto morbido, il pelo del Gatto Singapura resta aderente al corpo e non necessita molte cure. E’ bello e resta bello da solo, se vogliamo possiamo però pettinarlo una volta alla settimana e passarlo con un panno di camoscio per aumentarne la lucidità.

Altri accorgimenti per tenere al meglio un esemplare di questa rara razza riguardano gli occhi: il Singapura tende a lacrimare per cui meglio assicurarsi che siano puliti passandolo con prodotto apposito. Lo stesso vale con le orecchie, altro punto “debole” di molte razze.

gatto singapura

Gatto Singapura: allevamento

L’allevamento ufficiale del Gatto Singapura non è una pratica antica, anche perché come razza è stata riconosciuta a livello internazionale solo di recente. I capostipiti sono due gatti randagi piuttosto minuti e che già avevano quel colore insolito simile a quello della lince che tuttora rende unico il nostro Gatto Singapura.

Hal e Tommy Meadows, coppia americana in viaggio sull’isola di Singapore, hanno notato la coppia di gatti “residenti” e non hanno resistito davanti ai loro musetti. Presi i due antenati del Gatto Singapura li hanno portati a casa iniziando un programma di selezione serio e professionale suscitando subito un grande interesse in tutti gli Stati Uniti.

Nel 1980 un’altra allevatrice, sempre statunitense, Barbara Gilberton, ha portato altri esemplari simili da Singapore contribuendo a consolidare le caratteristiche della razza. Nel 1984 è nato il primo Club dedicato al Gatto Singapura in modo da difendere il suo standard e ottenere l’investimento ufficiale dalle varie federazioni feline che verso la fine degli anni Ottanta l’hanno concessa con un sorriso.

gatto singapura

Gatto Singapura: carattere

Possono apparire timidi, soprattutto se non conoscono l’ambiente o l’interlocutore, ma i Singapura sono gatti al 100% affettuosi. Si legano immediatamente alla famiglia che li accoglie e restano fedeli e leali. Quando un Gatto Singapura è a proprio agio, poi si mostra curioso e vivace, sempre attivo anche quando passano gli altri.

Se quindi siamo dei padroni che amano stare in compagnia di gatti sornioni che poltriscono fermi e zitti, non è questa la razza per noi. In compenso il Gatto Singapura non crea alcun problema per quel che riguarda la convivenza sia con altri gatti sia con cani se non troppo grandi o aggressivi. Giocherellone e socievole, questo gatto di Singapore ama la vita e il ritmo domestico ma se abbiamo un giardino, prende volentieri una boccata d’aria per sentire odore di libertà.

gatto singapura

Gatto Singapura: prezzo

Anche se per il momento non è molto facile trovare un esemplare di Gatto Singapura da acquistare, si può comunque avere la curiosità sul prezzo. Un cucciolo può costare dai mille euro in su, ma la cifra può variare notevolmente a seconda della disponibilità del momento, dato che resta una razza di felini di nicchia, per noi europei.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 26 ottobre 2016