Gatti rari: razze

Gatti rari testa piatta

Gatti rari che vivono lontano o che hanno caratteristiche peculiari, oppure perché quasi estinti e che faticano a riprodursi in un habitat devastato dall’uomo. Siamo abituati a vedere mici in tante case, in ogni parte del mondo, ma non scordiamoci che esistono anche gatti rari, introvabili. Alcuni costano migliaia di euro, altri non hanno prezzo e non sono nemmeno domestici ma molto affascinanti.



Gatti rari

Uno dei fatti rari che fa sorridere è quello a testa piatta. Sembra un personaggio di un cartone animato ed invece esiste davvero. E’ un micione con un corpo snello e la testa dalla forma molto insolita, lungo di 40-50 centimetri in totale, più la coda di circa 15 centimetri. Vista la testa piatta, anche gli occhi sono sistemati in una strana posizione, ravvicinati e in avanti.

Questo felino dal nome scientifico di Prionailurus planiceps è un amante del pesce ed esce di notte, ama stare da solo ma purtroppo rischia di estinguersi e non se ne contano più di 2.500 esemplari.

Prima di scoprire altre razze di gatti rari, fermiamoci a sfogliare un volume curioso che fa sorridere ma anche riflettere. E’ un dizionario bilingue italiano-gatto, gatto-italiano: 180 parole per imparare a parlare al proprio gatto correntemente. E’ acquistabile anche su Amazon, scritto da Jean Cuvelier e illustrato da C. Besse (Illustratore). E’ perfetto per chi desidera stabilire una relazione con il proprio gatto e migliorare la convivenza. Ci sono molti trucchi e spunti per capire come dobbiamo rivolgerci al nostro micio e come possiamo interpretare i suoi comportamenti.

Gatti rari e costosi

Tra i gatti rari, c’è anche il noto Ashera che è raro ma anche “artificiale”. Non è un robot ma un ibrido felino commercializzato dalla società statunitense di biotecnologie Lifestyle Pets come animale domestico ipoallergenico. In pratica è stato creato apposta, incrociando il gatto domestico con alcuni felini selvatici come il gatto del Bengala e/o il Serval, per poter poi avere un gatto da vendere anche a chi è allergico.

L’Ashera può pesare anche 15 chilogrammi e, raro quindi costoso, viene venduto ad un prezzo di 22.000 dollari.

Gatti rari e costosi

Gatti rari: razze

Ecco una carrellata di razze di gatti rari: Gatto delle Ande, Gatto di Pallas o gatto delle steppe, Gatto viverrino o pescatore, Gatto delle sabbie, Margay o gatto di Wied, Gatto dai piedi neri, Gatto cinese delle montagne o gatto di Biet, Gatto dorato africano o gatto di Temminck, Gatto dorato del Borneo o gatto Baio, Gatto della giungla o lince di paludi, Gatto dalla testa piatta, Yaguarondi, Kodkod o Guiña, Gatto di Geoffroy e Gatto selvatico scozzese.

Vediamone meglio alcuni, i più curiosi, senza offendere i restanti. Il Gatto delle Andeè lungo 70-75 centimetri, più 45 cm di coda, ce ne sono 2.500 esemplari ancora vivi e non può essere venduto perché è una specie protetta secondo le leggi del Perù. C’è il Gatto dai piedi neri che, oltre ad essere uno dei più bei gatti rari, risulta la più piccola specie di gatto selvatico in tutto il mondo, vive nel deserto del Grande Karu dell’Africa meridionale e rischia l’estinzione per via delle esche avvelenate e delle trappole che trova, destinate ad altri animali.

Un altro felino in pericolo è il Gatto Baio, detto anche gatto dorato del Borneo, vittima sia della deforestazione, sia del bracconaggio. Tutti desiderano la sua pelliccia e questo gatto è quindi una razza “prossima alla minaccia” secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN).

Gatto più raro del mondo

Gatto più raro del mondo

Difficile fare una valutazione del più raro in assoluto, prendiamo il Gatto della giungla che è di certo tra i più rari dei rari. Si tratta di un felino di medie dimensioni che tra l’Egitto e l’Asia occidentale e centrale, fino allo Sri Lanka e Asia sud-orientale. Non è grande, le sue dimensioni sono simili a quelle dei nostri gatti di casa.

Gatto più raro del mondo

Gatti rari: opinione

A proposito di gatti rari, come padrona di ben due gatti, e da sempre padrona di almeno uno di questi felini, posso dire con certezza che ogni gatto è raro o per lo meno così ama essere definito. Se avete quindi un gatto tra i piedi, in casa, magari che cammina sulla tastiera del pc come i miei, non fatelo mai sentire un gatto qualunque. Anche se è un gatto europeo come i miei, lui si sente e ama essere considerata raro. E forse, ha ragione lui!

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Vi potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 23 luglio 2018