Finestre isolanti, quali scegliere?

finestre isolanti
Per isolare termicamente la propria abitazione in maniera adeguata sono necessari interventi specifici anche sugli infissi: si evitano dispersioni di calore, risparmiando conseguentemente sulla bolletta della luce. La scelta degli infissi da installare è delicata e richiede il rispetto di alcuni accorgimenti importanti. A tal proposito vi illustreremo quali scelte operare per evitare dispersioni di calore, soprattutto soffermandoci sulla scelta delle finestre isolanti.

Gli infissi attualmente in commercio sono abbastanza efficienti in termine d’isolamento termico; tra questi abbiamo il PVC, il legno e l’alluminio. Ovviamente ci riferiamo a finestre a doppi o tripli vetri che permettono una migliore vivibilità all’interno dell’appartamento dato che garantiscono anche un notevole isolamento acustico. Da sottolineare il fatto che test clinici hanno dimostrato che tenendo l’inquinamento acustico su bassi livelli, si migliora la qualità della vita. Gli infissi a doppi o tripli vetri garantiscono ottimi risultati anche in questo senso.

Finestre isolanti, quali scegliere
PVC e alluminio sono i materiali da preferire: sono resistenti agli agenti atmosferici, considerando anche l’esterno della finestra. Il legno, materiale nobile e molto bello, non è molto efficace col passar del tempo; viene impiegato in forma lamellare e spesso abbinato all’alluminio ma nel tempo, subisce attacchi prepotenti: acqua, vento e neve potrebbero deformare il profilato e costringerci alla sostituzione dell’interno infisso o perlomeno ad un intervento importante a livello di manutenzione.

Finestre isolanti, doppi o tripli vetri
Come ben sapete, doppi o tripli vetri vuole dire che tra un vetro e l’altro vi è una camera d’aria, uno spazio che funge da isolante; in una finestra a doppi vetri per esempio, il vetro interno, quello che partecipa al riscaldamento della stanza, non è lo stesso vetro che troviamo all’esterno. Se facciamo un rapido controllo, riscontriamo che l’interno è solitamente più caldo d’inverno e fresco d’estate: ciò è dovuto alla camera, lo spazio d’aria che si interpone tra i due vetri.
I vetri da preferire sono quelli temperati, a più strati, in quanto garantiscono ottimo isolamento sia termico che acustico. I vetri temperati sono in grado di evitare infiltrazioni, umidità e appannamenti.

Finestre isolanti, assegnazione classe energetica dell’immobile
Altro aspetto importante da non trascurare è il vantaggio che si ricava nel sostituire o modificare le finestre del nostro appartamento per installarne di più efficaci in termine di isolamento termico. L’abitazione in questo caso accresce notevolmente di livello nell’assegnazione della classe energetica oltre al fatto che è possibile ottenere le agevolazioni fiscali previsti in questi casi.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 giugno 2014