Vecchia Fiat 500. Da auto d’epoca a vettura elettrica

fiat 500 d'epoca elettria

Grazie ai kit per il retrofit elettrico, non c’è da meravigliarsi se per strada vediamo scorrazzare una Fiat 500 d’epoca a trazione elettrica. La casa automobilistica italiana, solo qualche mese fa ha lanciato sul mercato la sua Fiat 500E, la piccola elettrica disponibile solo su mercato californiano. Noi italiani, se abbiamo voglia di guidare una 500 elettrica dobbiamo importare l’auto dalla California oppure adattare le vetture già presenti sul nostro territorio.

Una vera chicca di settore è data dal retrofit di un’auto d’epoca di tutta eccellenza, la vecchia 500.La Fiat d’epoca è stata “retrofittata” da vari professionisti di settore, tra queste segnaliamo il lavoro dell’Officina Sergio Sanguin di Torreglia, della provincia di Padova, qui il team di esperti ha convertito una vecchiaFiat 500 d’epoca in Elettrica, a questa pagina (ma anche qui in basso) è disponibile una dimostrazione video.

Come è chiaro, per trasformare una 500 d’epoca in un’auto elettrica bisogna prima procedere allo smontaggio con la rimozione di tutte le componenti annesse alla trazione termica, poste sia posteriormente che anteriormente alla vettura. Il motore a benzina viene sostituito da un motore elettrico mentre il ruolo del serbatoio viene assolto dalla batteria. Il motore elettrico è montato nel vano motore posto posteriormente alla vettura.Anche il pacco delle batterie viene posizionato posteriormente.

La Fiat 500 d’epoca, così convertita con i componenti scelti dall’Officina Sergio Sanguin, riesce a percorrere 100 km con circa 2 euro mentre il motore elettrico riesce a fornire una velocità massima di 85 km/h. Oltre alla conversione del motore termico, la 500 d’epoca ha subito qualche processo di ammodernamento: per renderla più tecnologica, Mirco Sanguin (il meccanico che ha realizzato il retrofit) ha allestito una postazione Smartphone sul desk della vettura.

Altre caratteristiche possono essere ottenute utilizzando strategie e componenti diversi. Come la scelta del motore influenza la velocità della vettura, così la scelta delle batterie ne determina sia il peso, sia l’autonomia.

Un lavoro analogo è stato eseguito dall’associazione Eurozev che ha ottenuto una Fiat 500 d’epoca elettrificata dalla massa totale di circa 400 kg. L’associazione ha rilasciato in dettaglio le caratteristiche dei componenti scelti:

  • Motore elettrico Landi a corrente continua, 13kW, 96 Volts eccitazione separata.
  • Batterie al litio polimeri: 96 Volts 100 Ah, per un totale di circa 9,6 kWh di energia
  • Controller Phoenix 600 Ampere con capacità di recupero energetico in rilascio ( fino a 3kW)
  • Trasformatore DC/DC Landi ( necessario per alimentare l’impianto a 12 volts, luci, frecce, stops e tergicristalli)
  • Charger Zivan due da 20 Ah

Pubblicato da Anna De Simone il 31 luglio 2013