Fertilizzante fai da te con ingredienti naturali

fertilizzante fai da te

Concimare il proprio orto o giardino è un’operazione colturale necessaria se si vogliono ottenere ortaggi, piante e fiori rigogliosi. Non necessariamente dobbiamo ricorrere ai prodotti in commercio; un buon fertilizzante può essere autoprodotto con il fai da te.

In questa guida vi illustreremo come preparare un fertilizzante fai da te con ingredienti naturali come aglio, cipolla e tanaceto; grazie a questo concime completamente naturale, le piante già sviluppate si manterranno sane e forti per produrre al meglio senza dover danneggiare l’ambiente. E’ un prodotto semplice ed economico, dato che può essere comodamente fatto in casa, basterà procurarsi gli ingredienti necessari.

Fertilizzante fai da te, l’occorrente

  • 500 grammi di steli di agli e cipolle
  • 500 grammi di tanaceto essiccato (reperibile nelle erboristerie)
  • Una manciata di stallatico pellettato (reperibile nei consorzi agrari o nei negozi specializzati come Leroy Marlin)
  • Qualche cucchiaio di bentonite o farina di roccia

Lo stallatico a pellets risulta essere uno dei migliori fertilizzanti organici per la presenza massiccia di azoto e fosforo. Migliora inoltre le caratteristiche fisiche del terreno grazie al carbonio in esso contenuto.
La bentonite è ricca di preziosi minerali argillosi ed è adattissima a migliorare la qualità dei terreni sabbiosi. Le farine di ‘roccia primitive’ sono invece ricche di granito e basalto. Le farine di roccia inoltreaiutano il terreno a trattenere le sostanze nutritive e l’umidità. Quando vengono usate frequentemente il suolo diventa più umido e si mantiene più fertile a lungo.

Fertilizzante fai da te, preparazione
Prendete tutti gli ingredienti sopra citati, metteteli in un contenitore di plastica e aggiungete dieci litri di acqua preferibilmente piovana. Mescolate con cura il tutto, chiudete il contenitore e lasciate riposare il preparato per almeno 10 giorni in un luogo lontano dalla portata dei bambini e degli animali
Una volta trascorso il tempo necessario, filtrate il macerato e trasferitelo in vari flaconi con tappo, avendo cura di apporre un’etichetta con la scritta “fertilizzante per piante”
E a proposito di macerato, questo intruglio può rivelarsi efficace anche come antiparassitario; sarà sufficiente macerare le erbe giuste. A tal proposito vi consigliamo la lettura “Pesticidi naturali per piante, i macerati”

Fertilizzante fai da te, utilizzo
Una volta pronto il prodotto potete procedere al suo impiego: basta distribuirlo al piede delle piante per tutto il periodo estivo, da luglio a fine settembre. Per quanto riguarda le quantità, sarà sufficiente un bicchiere per pianta una volta la settimana.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 gennaio 2015