Collettore solare termico a svuotamento

svuotamento forzato

Un collettore solare a svuotamento sfrutta il cosiddetto sistema Drain Back per rimuovere automaticamente il fluido in circolo nel pannello solare termico così da eliminare tutti i rischi legati al surriscaldamento o al gelo. 

Vantaggi di un collettore solare a svuotamento
Il sistema a svuotamento per impianti solari termici, evita il surriscaldamento dell’impianto stesso; quando il liquido ristagna nei pannelli solari può facilmente surriscaldarsi fino a richiedere l’intervento tecnico di manutenzione straordinaria.

Il sistema a svuotamento evita che ciò accada: quando l’impianto solare termico raggiunge la temperatura impostata, il fluido termovettore presente all’interno dei collettori defluisce automaticamente nel serbatoio. Tale tecnologia evita anche l’impiego dell’antigelo in quanto il fluido viene automaticamente rimosso dai collettori anche durante la notte.

Lo svuotamento avviene anche nei casi di impianti spenti o a riposo. Quando il fluido ristagna a lungo nei collettori con impianto spento o a riposo, le alte temperature possono causarne deterioramento. Il fluido termovettore non è altro che una miscela di acqua glicolata, è il ristagno potrebbe surriscaldare e deteriorare il glicole; non solo, lo svuotamento evita altri fattori di rischio come:
-alta pressione, martellamenti al pannello solare termico dovuti al vapore
-ibrattamento di valvole di non ritorno e pompe
-inclusioni d’aria
-corrosione causata dal fluido termovettore acido

Gli interventi di manutenzione straordinaria di un collettore solare termico di solito sono legati ai fattori di rischio appena citati.

La presenza di aria nel sistema causa diversi malfunzionamento. I processi di degradazione che avvengono nel circuito chiuso dell’impianto generano gas che tendono a liberarsi. Questi gas negli impianti solari termici tradizionali possono causare malfunzionamenti che necessitano di un intervento tecnico specializzato: gli impianti a circolazione forzata a svuotamento non evitano la formazione di gas ma possono lavorare anche in presenza di aria.

I maggiori vantaggi di un collettore solare termico a svotamento sono legati alla mancata degradazione del glicole dell’impianto che in caso di sistema a svuotamento dura di più. In un impianto solare termico convenzionale, le alte temperature causano la degradazione precoce del glicole abbassando la resa dell’intero sistema.

In più, il fluido subisce alterazioni del pH acidificandosi così da poter corrodere dei componenti dell’impianto. Il sistema Drain Back (a svuotamento), non fa ristagnare il glicole poiché quando l’impianto è fermo svuota i collettori solari così da garantire una lunga vita all’impianto, ai suoi componenti e al fluido termovettore.

Altri vantaggi sono correlati al risparmio energetico sulla corrente elettrica nelle ore notturne: durante la notte, infatti, non è necessario smaltire l’energia in eccesso, pertanto non viene utilizzata l’energia elettrica normalmente necessaria per il raffreddamento notturno.

Pubblicato da Anna De Simone il 20 gennaio 2015