Expo, porta l’agricoltura a scuola

I giovani hanno bisogno di imparare a coltivare e “a riconoscere un cavolo da un broccolo” il progetto parte a nelle scuole milanese ma si tratta di un modello positivo da esportare in tutto lo Stivale. L’iniziativa si chiama “Mi Coltivo“, parte da un accordo tra Expo2015 e Fondazione Riccardo Catella e porterà l’orto a Scuola.

Il progetto mira a favorire una sana alimentazione attraverso l’esperienza degli orti didattici. Il primo orto didattico partirà a Milano negli istituti comprensivi Renzo Pezzani e Italo Calvino. Il programma didattico non è rivolto solo agli alunni, i cortili scolastici saranno trasformati in orti dove i bambini potranno imparare l’ABC della coltivazione insieme alla famiglie e l’intero quartiere.

La semina degli orti scolastici organizzata da Expo conta di diffondersi su tutto il territorio nazionale entro il 2015. Gli alunni avranno modo di imparare a coltivare un orto ma anche a nutrirsi bene. Grazie all’accordo firmato tra Expo2015 e Fondazione RIccardo Catella, sono sempre più numerose le realtà coinvolte nel tema dell’Expo2015: Nutrire il Pianeta, Energia per la vita.

Al progetto “Mi Coltivo” prenderà parte anche l’associazione no profit “MixMilano” che, per l’occasione, offrirà oltre 20 professionisti della divulgazione con il ruolo di estendere l’attenzione al tema dell’integrazione. Integrazione mediante l’alimentazione, non è una novità per l’Expo2015 che incorpora così realtà multietniche. Nell’iniziativa Mi Coltivo sarà fatta luce su piante e ricette di tutto il mondo così dare rendere l’orto didattico una realtà multiculturale.

Photo Credits | a2020.it

Pubblicato da Anna De Simone il 9 aprile 2012