Expo 2015, visibilità garantita

Pare che l’Expo 2015 non sia solo l’occasione per rilanciare l’economia milanese, tutto lo Stivale punta sul Milano Expo 2015 e anche Nazioni estere. E’ il caso dell’Estonia dove il ministro degli Affari economici spinge il Governo a partecipare all’Esposizione Mondiale di Milano. La partecipazione dell’Estonia costerebbe alle tasche dello Stato circa 3,7 milioni di euro.

Come molti altri paesi, anche l’Estonia ha ricevuto l’invito dalla Commissione Expo 2015. Secondo il Ministro degli Affari Economici estone, Juhan Parts, la sua patria dovrebbe partecipare perché il tema “Nutrire il Pianeta, Energie per la vita” è molto sentito e darebbe maggiore visibilità alle aziende della Nazione.

La partecipazione dell’Estonia graverebbe sulle casse dello stato con un’uscita economica di 3,7 milioni di euro. Tale cifra è considerata troppo costosa per questo il ministero ha proposto di raccogliere la somma necessaria “a rate“, nel giro dei prossimi tre anni. Così nel 2013 il Governo estone dovrebbe destinare all’Expo 2015 una somma di 100.000 euro, seguiti da altri milioni di euro nel 2014 e il resto nel 2015.

Un recente sondaggio condotto dalla Camera di Commercio e dell’Industria Estone ha rilevato che il 70% delle aziende che militano in Estonia, considerano necessario partecipare al Milano Expo 2015. Le stime prevedono un’affluenza all’Expo 2015 di circa 20 milioni di visitatori, un terzo provenienti dai paesi esteri e i restanti 2/3 provenienti dall’Italia.

Il Ministro degli Affari Economici Juhan Parts, in base alle stime effettuate dalla Commissione italiana ha calcolato che almeno il 10% degli ospiti andrà a visitare il padiglione della sua nazione, ciò garantirà alle aziende dell’Estonia una visibilità che si spinge oltre gli 11.000 visitatori al giorno!

Nella Foto l’EXPO 2010 a Shanghai (Foto: AFP / Scanpix)

Pubblicato da Anna De Simone il 17 maggio 2012