Si vola con i pannelli solari

La viabilità del futuro appartiene alle automobile elettriche volanti? Oggi nessuno può fare una previsione del genere anche se i progressi del settore sono sorprendenti: il mondo dell’aviazione può già contare su motori elettrici, sono già in volo aeroplani biposto con aerodinamicamente ottimizzati per adattarsi alla trazione elettrica e dotati di un nuovo tipo di ala trapezoidale dal campo esteso. Mentre una fetta di ingegneri lavora sull’elettrificazione degli aeroplani, un mezzo volante chiamato Solar Impulse sta già varcando i cieli di tutta la Terra e lo sta facendo senza l’ausilio dei combustibili fossili, ma solo con la forza dell’energia solare.

L’energia solare può e deve essere introdotta nel settore dei trasporti. Il nostro modo di concepire la mobilità può cambiare del tutto e Solar Impulse è solo l’esempio più eclatante. All’appello non mancano elicotteri che sfruttano i pannelli solari per librarsi in volo.

Nel 2011, il tedesco Thomas Senkel si è alzato in volo con un “multicottero” composto da 16 eliche (foto in alto). L’elicottero a energia solare testato da Thomas Senkel era pilotato con un joystick. Le eliche riuscivano a provvedere al sollevamento del pilota e della stessa struttura e in più bilanciavano il dispositivo aereo lungo tre assi.

Più di recente, presso l’università di Queen Mary, di Londra, degli studenti hanno progettato un particolare elicottero con pannelli solariche alimentavano due coppie di eliche disposte ai quattro lati del veicolo.

Il prototipo inglese è stato progettato per volare senza equipaggio. E’ un elicottero a energia solare ed è il primo “multicottero” al mondo a essere alimentato da pannelli fotovoltaici. “Multicottero” è un termine utilizzato per descrivere un elicottero che possiede più rotori. Le eliche sono poste su ognuno dei bordi, l’unità fotovoltaica ha forma quadrata pertanto le eliche sono quattro. Per ora il design è poco appetibile, gli studenti hanno lavorato a un prototipo ancestrale, il prossimo step sarà quello di sviluppare un look più accattivante.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 maggio 2013