Conserve di carciofini

carciofini si prestano a molte ricette in cucina ma si possono anche conservare per averli a disposizione tutto l’anno. Ovviamente le conserve fatte con le nostre mani sono più genuine e sane! Ecco come preparare le conserve di carciofini da gustare tutto l’anno.

Conserve di carciofini al naturale

  1. Pulire i carciofini, togliere il gambetto e le foglie esterne
  2. Mettere i carciofini in una ciotola con acqua e limone spremuto poi lasciarli per 10 minuti
  3. Mettere una pentola con acqua salata sul fuoco e portare a bollore
  4. Prendere dei vasetti di vetro sterilizzati abbastanza grandi e sistemare dentro i carciofini in modo che tra l’uno e l’altro non ci sia troppo spazio
  5. Alternare i carciofini con le foglie di alloro e i grani di pepe nero
  6. Riempire i vasetti con l’acqua fatta bollire fino all’orlo
  7. Chiudere i vasetti ermeticamente e lasciare raffreddare
  8. Avvolgere i vasetti con dei canovacci e metterli in una pentola con l’acqua e poi farli sobbollire per un’oretta
  9. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare i vasetti nella pentola
  10. Quando i vasetti si saranno raffreddati prendere i vasetti, asciugarli e conservarli in un luogo fresco e asciutto.

Conserve di carciofini sott’olio

  1. Pulire i carciofini e metterli nell’acqua acidulata
  2. Preparare una pentola spaziosa e mettere dentro un litro di vino bianco e un bicchiere di aceto bianco, unire dei grani di pepe, i chiodi di garofano e una foglia d’alloro e portare a ebollizione
  3. Lessare i carciofini, pochi per volta, per circa 5 minuti
  4. Prelevare i carciofini con un mestolo forato e metterli su un canovaccio con le foglie rivolte verso il basso in modo che l’acqua interna venga assorbita dal tessuto
  5. Lasciare asciugare i carciofini per 12 – 18 ore poi metterli nei vasetti di vetro sterilizzati alternandoli con i grani di pepe, le foglie di alloro e i chiodi di garofano
  6. Coprire i vasetti con olio extravergine di oliva, aspettare un’ora e riempire di nuovo fino all’orlo: questo passaggio serve per far assorbire ai carciofini una parte dell’olio. Per conservarli al meglio devono essere coperti completamente dall’olio
  7. Chiudere i vasetti ermeticamente e conservare in un posto fresco e asciutto
  8. Aspettare due mesi prima di consumarli, in modo che si insaporiscano.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 maggio 2013