Domenico Finiguerra, personaggio ambiente 2011

“Angela Merkel non mi risulta un’ambientalista che si arrampica sugli alberi per abbracciare i Panda!”. Eppure la Germania ha una gestione del territorio di gran lunga migliore dell’Italia e li non ci sono estremisti o ambientalisti al potere.


E’ così che ironizza Domenico Finiguerra, Personaggio Ambiente Italia 2011 che con le sue parole vuole riferirsi al consumo del territorio. In Italia scompaiono ettari ed ettari di terreno per lasciare spazio a quelli che lo stesso Personaggio Ambiente Italia 2011, definisce “Centri commerciali e strutture anonime dove i nostri giovani vanno a passare del tempo“. Il Sindaco Domenico Finiguerra accetta di buon grado il premio e non commenta con toni polemici bensì con un buon auspicio, quello che per questo 2012 il premio possa essere assegnato al presidente del consiglio:

“Mi auguro che l’anno prossimo ci sia qui a ritirare questo premio il presidente del consiglio dei ministri, perché ha approvato quello che hanno fatto gli altri paesi d’Europa.”

Il Premio Personaggio Ambiente Italia 2011 è giunto alla sua seconda edizione e ha visto oltre 7.500 votanti. Domenico Finiguerra è sindaco di Cassinetta di Lugagnano, comune a cemento zero. E’ promotore della campagna e del movimento nazionale Stop al Consumo di Territorio che pone le sue origini nella provincia milanese, nel 2009. Durante la cerimonia di Premiazione, il Sindaco ha affermato che il premio che ha ricevuto va condiviso con tutte quelle persone che difendono il territorio con passione. Concetto che ha replicato così sulla sua pagina Facebook:

Un premio che voglio condividere con tutte le persone che mi hanno indicato e, in particolare, con i comitati, gli ambientalisti, le associazioni, i cittadini che ho incontrato in tutta Italia negli ultimi 3 anni in oltre 300 incontri. Dal Parco del Ticino al Salento, dalla Val di Susa al Veneto, dalle Langhe a Procida. Un premio che voglio dedicare a tutte le donne e a tutti gli uomini che si battono nei territori, per tutelarne i beni comuni e difenderli dall’arroganza e dalla furia distruttrice di chi spesso, detenendo le leve del potere, pensa di poter disporre liberamente del futuro di chi li abita, quei territori. Un premio che a mia volta consegnerò alla comunità di Cassinetta di Lugagnano, all’associazione dei Comuni Virtuosi, alla Rete dei Comuni Solidali, alla Rete Stop al Consumo di Territorio, al Forum Salviamo il Paesaggio, al Forum dei Movimenti per l’Acqua. Questo premio lo riceverò io, ma è un premio che spetta alla determinazione instancabile e inesauribile che anima le centinaia di migliaia di cittadini che vorrebbero un paese diverso e che vogliono continuare a cercarlo in Italia.

Le città d’Italia dovrebbero effettuare una svolta sostenibile, perché, come ci spiega il Sindaco Finiguerra:

Disegnare le città significa disegnare come vivranno i cittadini di quella città, la sensibilità del cittàdino è grande e deve essere sollecitata”

Personaggio Ambiente 2011, Domenico Finiguerra

E’ in questo che dovrebbero intervenire le forze politiche. E’ in questo che in Italia è necessario un cambiamento, magari appellandosi all’Articolo 9 della costituzione, articolo che promuove e garantisce, tra le altre cose, la difesa del territorio. Il 2011, da un punto di vista ambientale, è stato un anno di grossa rilevanza; l’anno delle alluvioni, dei referendum e del disastro nucleare di Fukushima.

La cerimonia di premiazione “Personaggio Ambiente Italia 2011” si è aperta con la prefazione di Daniel Tarozzi (direttore responsabile “Il Cambiamento”), Elisabetta Guidobaldi (ANSA) e Marco Fratoddi (La Nuova Ecologia, il giornale online di Legambiente) che hanno dedicato una menzione speciale al “Forum Italiano dei movimenti per l’acqua“, a ritirare il premio il portavoce Paolo Carsetti che, come il Sindaco Finiguerra ha voluto condividere il premio con il popolo.

L’acqua è un bisogno o un diritto? Definirlo un diritto significherebbe negare alle multinazionali di appropriarsi di un bene così prezioso, quindi si dice più “genericamente” che è un bisogno. (…) Il premio va a quelle 4 milioni di persone che si sono attivate per fare informazione e che hanno controbilanciato il silenzio dei media circa il referendum della scorsa estate.

Paolo Carsetti del Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua

Ha espresso così, il suo orgoglio Mario Notaro, Segretario del Comitato Tecnico:

Siamo orgogliosi e felicemente stupiti della partecipazione del popolo del web al Premio. Abbiamo, infatti, più che raddoppiato i voti rispetto all’edizione precedente, sintomo del crescente interesse a tematiche legate all’ambiente, al clima, alla sostenibilità. Premiare una personalità che si è distinta per l’impegno nei confronti del notro Pianeta, in termini di sviluppo osstenibile, è un modo di veicolare l’attenzione di media e opinione pubblica su un tema di interesse comune: la salvaguardia dell’ambiente.

Link Utili | Personaggio Ambiente Italia 2011, la cerimonia di Premiazione

Pubblicato da Anna De Simone il 1 febbraio 2012