Cosmetici fai da te: come autoprodurli

Cosmetici fai da te

I cosmetici fai da te sono un’ottima opportunità per ottenere effetti migliori rispetto a quelli procurati dalle normali creme in commercio permettendo allo stesso tempo notevoli risparmi.

Chi pensa che il prezzo di un cosmetico sia direttamente correlato alla sua efficacia si sbaglia di grosso in quanto la maggior parte gran parte dei costi nel settore della cosmesi sono generati dal marketing, ovvero dai costi sostenuti dalle case produttrici per promuovere i propri prodotti sui vari media con campagne pubblicitarie di grande effetto.



Nessuno però spiega come ogni tipo di pelle avrebbe bisogno di un prodotto specifico per trarne il massimo giovamento e non un cosmetico”standardizzato” adatto a qualsiasi persona.

I cosmetici fai da te possono però diventare anche un rischio, quando ci si affida all’improvvisazione e non ci si informa in modo approfondito. Ogni estate leggiamo sui giornali di qualche sprovveduta che si è inventata improbabili intrugli per cercare un’abbronzatura perfetta per poi rimediare una pericolosa scottatura.

Per creare i propri cosmetici è necessario avere a disposizione le giuste materie prime e i giusti strumenti per utilizzarle, miscelando in modo attento e con le giuste dosi i diversi principi attivi.

Una specialista in questo settore è la dottoressa Moira Bonaldo, biologa e cosmetologa, laureata in Scienze Biologiche all’Università degli Studi di Padova e specializzata proprio nella creazione di cosmetici personalizzati, tanto da pubblicare un libro di grande successo intitolato “Selfcosmesi funzionale e nutraceutica” in vendita su Amazon a 7,57 Euro.

In esclusiva su IdeeGreen.it vi proponiamo l’audio della d.ssa Bonaldo con le sue riflessioni in tema di cosmetici e cosmetici fai da te nel corso del quale potrete sentire alcuni riferimenti alle informazioni contenute nel suo eBook: “Felicemente B(p)elle. Come rendere felice la tua pelle con i cosmetici fatti da te” che potete acquistare a soli 7,90 Euro eBook.

In alternativa potrete anche acquistare ebook Felicemente B(p)elle completo.

Per ascoltarlo non vi resta che premere il tasto “Play” …

Interessanti gli esempi menzionati dalla dottoressa di giovani appassionate che hanno aperto canali You Tube seguitissimi da decine di migliaia di follower e addirittura, per la “numero 1”, da oltre un milione di follower! … e tutto questo seguito imponente dimostra che realizzare cosmetici fai da te è veramente alla portata di tutti e che gli effetti sono reali!

La dottoressa Bonaldo grazie alle specializzazioni conseguite presso le Università di Ferrara e Padova e grazie all’esperienza pratica nei laboratori di cosmetici, dove ha potuto seguire tutto il ciclo di produzione, dalla formulazione a tavolino al marketing vero e proprio, si è resa conto dell’incredibile gap tra le esigenze commerciali e le reali esigenze dei consumatori, con tutti i problemi di efficacia e di sicurezza che i cosmetici possono fare insorgere.

Si è così resa conto della necessità di personalizzare i prodotti cosmetici in relazione alla tipologia di pelle della persona che lo utilizza. Ha iniziato così a realizzare “cosmetici fai da te” prima per se stessa e poi per le sue amiche ed ex-allieve delle scuole di estetica.

La dottoressa ci tiene a precisare che l’ambito della cosmesi che la interessa è quello relativo ai cosmetici funzionali e non ai cosmetici decorativi. Per cosmetici funzionali si intendono prodotti con specifiche azioni, ad esempio, idratante, anti-invecchiamento, sebo-regolatrice, antiossidante, anti-cellulite o anti-età.

In questo ambito la funzionalità di un cosmetico viene garantita dalla qualità, dalla concentrazione e dalla sinergia dei principi attivi e delle sostanze di base che costituiscono il veicolo del prodotto stesso.

Cosmetici fai da te: cosa serve per produrli

La dottoressa Bonaldo ci indica anche quali sono gli strumenti fondamentali per iniziare a produrre da soli i propri cosmetici, eccone alcuni:

  • 2 o più becker (recipienti cilindrici in vetro, resistenti al fuoco, muniti di beccuccio e graduati
  • 2 termometri
  • 2 o più fuochi
  • una bilancia elettronica digitale
  • le materie prime e i principi attivi per la preparazione

L’elenco completo lo potete trovare nel suo ebook “Felicemete B(P)elle che ti permette di produrti da sola i cosmetici per le esigenze della Tua Pelle” assieme a formule già fatte e testate (da un punto di vista di sicurezza ed efficacia) che potrete utilizzare per produrre da subito i vostri cosmetici personalizzati.

Cosmetici fai da te: dove trovare le materie prime

Le materie prime per realizzare i propri cosmetici personalizzati possono essere reperite nelle migliori farmacie. E’ possibile anche acquistare materie prime finite o semilavorate anche su alcuni siti web specializzati i cui link sono presenti sempre nell’ebook acquistabile online.

Altre informazioni preziose che troverete nell’ebook sono le spiegazioni su come è fatta la pelle e come funziona, cosa deve essere scritto e come si legge l’etichetta di un prodotto cosmetico (da un punto di vista legislativo) e quali sono le norme che i produttori devono seguire per preservare la salute del consumatore.

Altra utile risorsa presente nell’ebook è l’elenco di App da scaricare per capire esattamente la qualità del prodotto che si sta acquistando e per valutarne la sicurezza e l’efficacia, sulla base degli ingredienti contenuti nel cosmetico.

Ti potrebbe interessare anche Parabeni nei cosmetici

Pubblicato da Matteo Di Felice il 21 settembre 2015