Cosa seminare a Maggio

cosa seminare a maggio

Cosa seminare a maggio: semina, trapianto e messa a dimora dei nuovi cultivar e delle piante da fiore. Ecco come si presenta l’orto nel mese di maggio e tutti i lavori da non trascurare, dalla cura del prato alle aiuole fiorite.

Dopo aver visto come si presenta l’orto nel mese di aprile, scopriamo cosa seminare a maggio e come gestire il giardino e l’orto in questo periodo dell’anno.

Maggio è un mese prosperoso sia per chi effettua la semina in pieno campo, sia per chi sveglie di coltivare e seminare in vaso. Considerato l’aumento delle temperature, in tutta Italia, a partire dal mese di maggio, si può abbandonare la semina in semenzaio protetto (da scegliere solo per particolari cultivar) per procedere con la semina in vaso all’aperto (balcone, terrazza o giardino) e la semina in pieno campo.

Tra le piante più popolari da poter seminare a maggio citiamo le zucchine, le melanzane, i peperoni e i pomodori. Non solo semina, di queste piante si può effettuare anche il trapianto per chi ha precedentemente seminato al coperto o per chi ha acquistato le piantine munite di panetto di terra. Vanno seminate anche le erbe aromatiche come basilico e prezzemolo.

Cosa seminare a maggio, l’elenco

L’elenco dei cultivar da seminare (in vaso o nell’orto) nel mese di maggio:

  • Anguria
  • Asparagi
  • Barbabietola
  • Basilico
  • Bietola da coste
  • Broccoli estivi
  • Cardi
  • Carote
  • Cavoli
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolfiore precoce
  • Cetriolo
  • Fagioli
  • Fagiolino
  • Indivia
  • Lattuga
  • Lattughino da taglio
  • Melanzane
  • Melanzane tonde
  • Meloni
  • Peperoncini
  • Peperoni
  • Piselli
  • Pomodori
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Papaccella napoletana
  • Rucola
  • Fragole
  • Scarola
  • Sedano
  • Zucca
  • Zucchine
  • Zucchine tonde
  • Verza

Consigli per la semina e il trapianto nel mese di maggio

Cosa trapiantare a maggio nell’orto

Dei cultivar appena elencati, si può sia eseguire la semina sia il trapianto. Per esempio, la papaccelle napoletana è un peperone piccolo e tondo, particolarmente dolce. Questo ortaggio si può seminare fin da marzo se i contenitori sono posti in vivaio al riparo dal freddo e dal rischio di gelate tardive. Al sud si può coltivare all’aperto a partire dalla semina fin dalla seconda metà di aprile mentre al Nord bisognerà attendere necessariamente il mese di maggio. In tutta Italia, a partire da maggio, si potrà mettere a dimora la piantina già sviluppata o iniziare la coltivazione con la semina.

Così come per la papaccella napoletana, si può procedere al trapianto di quanto coltivato in precedenza in semenzaio: sedano, peperoncini, melanzane, meloni, piselli…

Cosa seminare e coltivare in vaso nel mese di maggio

Per le coltivazioni in vaso, prestate attenzione a scegliere le varietà più adatte all’accrescimento nei contenitori. I vasi più grandi posti in terrazza o in giardino, in questo periodo vi daranno patate, sedano, ravanelli ma anche aromatiche come rosmarino, erba cipollina e maggiorana.

Nel mese di maggio proseguite alla semina in vaso o al trapianto di melanzane e zucchine tonde (la varietà tonda è più adatta per la coltivazione in vaso), pomodori a sviluppo determinato (meglio se a frutto piccolo), peperoni e papaccelle napoletane.

Lavori nell’orto e calendario lunare

In base al calendario delle semine di maggio, la tradizione contadina vuole che con la luna crescente si possano seminare cavolfiori precoci, cavolo cappuccio e verze precoci se la semina è eseguita in vivaio. La semina in pieno campo o in vaso, con luna crescente vede la possibilità di seminare zucchine, cetrioli, meloni, indivia, melanzane, lattuga, peperoni, sedano, pomodori, peperoncini, papaccelle, zucca e prezzemolo e altri ortaggi.

Nei giorni di luna calante si può proseguire con la semina all’aperto (o in vaso) di lattughino da taglio, bietole da costa, rucola, scarola e altre verdure.

Fiori a maggio

Maggio è il mese dei fiori. E’ possibile mettere a dimora i gerani, rinvasarli o spostarli all’esterno. In questo mese potete seminare petunie, azalee, rododendri e mettere a dimora diversi bulbi da fiore.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 aprile 2016