Cosa portare in Trekking

cosa portare in trekking

Cosa portare in Trekking: cosa serve per fare trekking? Ecco tutti i consigli su cosa mettere nello zaino da trekking per affrontare preparati qualsiasi escursione, dal mare alla montagna.

Da una percorso trekking per i sentieri della Costiera Amalfitana, fino al più selvaggio cammino per raggiungere il Picco di Circe, nel Parco Nazionale del Circeo, dalla nebbia del Monte Fuji fino alla neve del Sud Tirolo… non importa quale sia il percorso trekking che ti aspetta, alcune cose da portare lungo il cammino restano le stesse.

Può sembrare ovvio ma la prima cosa che serve per fare trekking sono le scarpe giuste. Le scarpe da trekking vanno scelte in base alla stagione in cui si pratica questa attività e alla tipologia di sentiero da percorrere. Insieme alle scarpe da trekking, porta un paio di calzini di riserva.

Le scarpe da trekking sono caratterizzate da un rialzo a livello delle caviglie. Se stai organizzando una vacanza a piedi con tanto trekking urbano, basteranno un paio di scarpe da ginnastica ben ammortizzate ma se stai per macinare chilometri e chilometri di sentieri irregolari, hai bisogno di un paio di scarpe capace di dare più stabilità a ogni tuo passo, caviglie comprese.

Quando sceglie la misura delle tue scarpe da trekking, ricorda che camminando il piede si riscalda (anche se il clima è freddo!), un piede molto caldo può trasformarsi facilmente in un piede gonfio e i piedi gonfi hanno bisogno di un pizzico di spazio in più. Insomma, non scegliere una misura stretta, ma una che ti calza comoda. Scarpe impermeabili e traspiranti sono il top!

Tutte le informazioni utili sono reperibili all’indirizzo: consigli per scegliere le scarpe da trekking.

Cosa serve per fare trekking? Un modo per trasportare acqua con facilità! Nell’immaginario collettivo basta una borraccia da appendere all’estremità dello zaino da trekking per dissetarsi ma… durante una giornata di cammino è facile capire che quella borraccia non basta! Certo, a seconda del percorso una bottiglia ultraleggera da fissare allo zaino da trekking con un moschettone potrebbe anche bastare ma per le lunghe percorrenze conviene organizzarsi con un sistema idrico tipo Platypus o CamelBak che consentono di bere senza occupare le mani. Si tratta di serbatoi d’acqua da tenere nello zaino da trekking ma non bisognerà fermarsi a rovistare per poter bere.

Se soffri di pressione bassa e stai per affrontare un percorso trekking in piena estate, aggiungi degli integratori di sali minerali all’acqua e consulta il tuo medico prima di metterti in cammino.

Estate o inverno, mare o montagna, a meno che non ci sia nebbia, è bene proteggersi il viso con della protezione solare. In commercio si trovano dei tubetti pratici da pochi ml da aggiungere allo zaino da trekking.

Altro must have nello zaino da trekking è una Mappa. Che sia la cartina ricavata da una brochure o una mappa virtuale sullo smartphone, meglio essere preparati. Tieni presente che potresti anche smarrirti…! Un GPS potrebbe essere ancora più utile. Se il tuo GPS è anche il tuo smartphone, ricorda di portare una batteria supplementare (oppure vedi come caricare il cellulare il campeggio) e anche una cover protettiva.

Per lunghe percorrenze preparati all’evenienza di dover fare i conti con le vesciche ai piedi. Eh… se proprio se di quelli che vogliono rompersele, porta con te un ago sterile e una medicazione. Io ho risolto con i Cerotti Compeed.

Un repellente spray è necessario solo se stai per praticare trekking in cui la malaria o la malattia del sonno sono endemiche, tuttavia se proprio non riesci a convivere con dei piccolissimi insetti, aggiungilo alla lista delle cose da mettere nello zaino da trekking.

Un cappello è essenziale, così come sono necessari degli spuntini! I carboidrati complessi sono l’ideale per fornire energia durante un lungo percorso trekking, delle barrette energetiche che combinano avena, semi e frutta secca possono essere utili.

E’ un argomento imbarazzante da affrontare, ma se devi camminare per ore e ore lontano dalla civiltà e in ambienti incontaminati… non troverai un bagno pubblico. Ricorda di portare con te della carta igienica e delle salviettine umide per le mani. Lo spray anti-insetto potrebbe tornare utile anche in questa circostanza.

Cosa portare in trekking? Indubbiamente anche una torcia e se devi percorrere un sentiero in forte pendenza, dei bastoncini da trekking ti torneranno utili. Evita di prenderli se il percorso è in piena pianura.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Un altro nostro articolo correlato che potrebbe interessarti è Trekking al Parco Naturale Fanes Senes Braies.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 agosto 2015