Coniglio Olandese Nano: caratteristiche, quanto vive, peso e prezzo

Coniglio Nano Olandese

Il Coniglio Olandese Nano è un animale che possiamo ospitare nelle nostre case e rendere parte della nostra famiglia senza alcune difficoltà, prima di tutto perché non ha delle dimensioni difficili da gestire, anche in un appartamento, ma non solo. E’ un animale con un buon temperamento che è in grado di instaurare con le persone, con noi, un rapporto che va oltre al rifornimento di cibo da parte nostra. Andiamo a conoscere a fondo le sue caratteristiche e anche le sue abitudini per comprendere bene se è il coniglietto che fa per noi, se siamo pronti ad accoglierlo e a renderlo felice.



Coniglio Olandese Nano: origini

Oggi è considerato uno degli animali domestici più teneri per eccellenza ma come è nata questa razza di conigli? E’ un piccolo esemplare appartenente alla famiglia dei conigli nani, come ad esempio lo è anche il noto coniglio testa di leone, ed è frutto dell’incrocio di alcune specie di conigli diffusasi in Olanda, poi giunto in Inghilterra nel 1950. E’ da sempre un coniglietto allegro che piace subito e conquista.

Coniglio Olandese Nano: caratteristiche

Morbido e compatto può essere scambiato per un peluche questo piccolo esserino che possiamo riconoscere nella categoria dei conigli nani per una curiosa macchietta bianca che ha sulla testa, con attorno delle macchie scure. Questo è il suo “bollino di qualità” per il resto è un coniglio bicolore con una piccola coda che si vede a fatica per quanto è aderente al corpo e nascosta nel folto pelo

Passiamo a conoscerne il carattere perché è proprio la sua mansuetudine una delle carte vincenti di questo coniglio che conquista sempre più appassionati in tutte le parti del mondo. La facilità con cui si può gestire in casa un Coniglio Olandese Nano è sorprendente, credetemi. Non ha quasi mai degli scatti di nervosismo e men che meno di aggressività, ha un’indole tranquilla e sa comportarsi con dolcezza perfino quando nei paraggi ci sono dei bambini un po’ pestiferi. Certo con il nostro atteggiamento possiamo condizionare il suo atteggiamento, soprattutto se il piccolo roditore è con noi fin dai suoi primi mesi di vita.

E’ quindi molto importante curare l’aspetto sociale e fare in modo che si abitui alle coccole e al contatto fisico anche se ha già nel sangue un bisogno di affetto e una pacatezza nel porsi nei confronti di chi incontra e non costituisce un pericolo. Se proprio dobbiamo lamentarci di qualche cosa, visto che di esseri perfetti non ne esistono, ecco riguarda alla sua passione per il rosicchiare. Se ne ospitate uno quindi mettere in conto che lascerà le sue tracce sui mobili della casa.

Coniglio Nano Olandese Nero

Coniglio Olandese Nano: peso

Il massimo peso che può raggiungere un esemplare di questa razza è di 3 Kg. Esatto, se pesa di più il vostro è meglio che lo mettiate a dieta e a proposito di dieta, ecco cosa mangia. Da evitare nel suo “piatto” dolci e cioccolato, che possono causare danni gravi alla salute, e dato che i suoi denti non smettono mai di crescere, è molto importante che l’alimentazione favorisca la giusta lunghezza di incisivi e molari sia quindi ricca di erba, fieno e vegetali.

Coniglio Olandese Nano: quanto vive

La massima aspettativa di vita per uno di questi dolci animaletti è di circa 15 anni, se lo allevate con cura ed amore. Ecco quindi qualche consiglio per farlo campare più a lungo possibile. Prima di tutto cerchiamo di ospitarlo in un ambiente per lui favorevole, un alloggio privo di pericoli come ad esempio i cavi elettrici, e che non sia nemmeno una gabbia perché non serve in questo preciso caso.

Basta infatti un semplice recinto per isolarlo se lo lasciamo da solo in casa e possiamo acquistarlo comodamente anche via Amazon dove si trovano ottime occasioni come questo, a circa 50 euro. Serve anche una comoda lettiera per i suoi bisogni riempita non di sabbia dei gatti, tossica per il coniglio olandese, ma di pellet di legno di cui fare la scorta sempre su Amazon, con un click. Mi raccomando la pulizia, però, e non solo dell’alloggio ma anche del coniglio stesso. Dobbiamo infatti prenderci cura del suo splendido manto spazzolandolo soprattutto nel periodo estivo mentre ci pensa lui a leccarselo quotidianamente. Non azzardate a fargli un bagno perché sarebbe un vero trauma per lui, e anche un rischio di prendere la polmonite.

Coniglio Olandese Nano: malattie

Se il vostro amato Coniglio Olandese Nano smette di mangiare e non ha alcuna voglia di interagire, oppure se ha la diarrea o viceversa non produce feci, c’è qualcosa che non va ed è meglio ascoltare questi primi campanelli d’allarme e portarlo dal veterinario. Se non ha questo tipo di sintomi possiamo stare più sereni e aiutarlo a tenersi in forma facendogli fare un po’ di moto ed evitare il rammollimento della massa muscolare che potrebbe causare paralisi e depressione. Importanti sono infatti anche i vaccini, soprattutto quelli contro mixo e mev.

Coniglio Olandese Nano: prezzo

Siete rimasti conquistati da questo animaletto? Siete sicuri di avere il tempo e anche la voglia di curarlo come si deve? Bene, allora potete tranquillamente acquistarne uno spendendo una cifra che arriva massimo a 50 euro. Insospettitevi se il prezzo che vi propongono è di molto maggiore, ma anche se scende sotto i 20 o 30 euro.

Quando lo abbiamo tra le mani ed è nostro, possiamo prenderci la briga di addestrarlo in modo che segua le nostre istruzioni, nel rispetto della sua libertà e dignità di animale. Trattandosi di una razza molto socievole e intelligente è bene stimolare le interazioni e farlo giocare anche con i bambini a patto che non siano troppo piccoli proprio per via del suo vizio di rosicchiare.

Presi dall’entusiasmo potreste anche pensare di comprare una coppia e far fare a questi conigli una bella cucciolata. In tal caso vi può essere utile sapere che la sua maturità sessuale per entrambi i sessi arriva intorno ai 5 mesi ed è quindi in questo momento che può avere luogo il primo accoppiamento. Non c’è un periodo dell’anno preciso per l’accoppiamento che è sempre possibile, la monta dura pochi secondi, la gestazione circa un mese e il parto massimo mezzora.

Ti potrebbero interessare anche i nostri articoli correlati:

Pubblicato da Marta Abbà il 9 Settembre 2020